Carenze nutrizionali, come riconoscerle

Scopriamo insieme quali sono i sintomi delle principali carenze nutrizionali e come sopperire ad esse per prevenire problemi di salute gravi

Carenze nutrizionali, come riconoscerle

A tutti prima o poi è capitato di avere delle carenze nutrizionali a causa di scorrette abitudini alimentari o uno stile di vita frenetico altamente stressante.

Le carenze nutrizionali si verificano quando non apportiamo al nostro organismo la giusta scorta di vitamine e sali minerali necessari per garantire il suo equilibrato e normale funzionamento. È il nostro corpo che ci lancia inevitabilmente dei segnali che non sono assolutamente da sottovalutare. Questi indicano delle specifiche mancanze che dobbiamo sopperire perché possono comportare a lungo andare dei problemi di salute gravi.

Quali sono i sintomi delle carenze nutrizionali

Ecco i principali segnali che il nostro corpo ci invia quando ci sono delle carenze nutrizionali.

  • Spossatezza: sensazione di sentirsi stanchi sin dal risveglio accompagnata dalla scarsa capacità di concentrarsi su ciò che stiamo facendo. Questo è un sintomo che segnala la carenza di vitamine del complesso B e di ferro. In particolare quest’ultimo è di vitale importanza per far arrivare la giusta scorta di ossigeno al sangue. Questo è necessario per far lavorare al meglio ogni comparto del nostro organismo. Quando non ce n’è abbastanza il metabolismo inevitabilmente rallenta
  • Sbalzi d’umore repentini: irritabilità, stati di ansia improvvisi, fatica ad addormentarsi la sera segnalano una carenza di magnesio di vitale importanza pe il funzionamento del sistema nervoso centrale che regola la maggior parte delle nostre funzioni cognitive come la concentrazione, la memoria e il benessere psicologico
  • Piedi e mani fredde: è un altro sintomo di una carenza di ferro che comporta un livello di globuli rossi basso nel sangue. La loro mancanza non fa fluire il sangue sino alle estremità del corpo
  • Capelli secchi e spenti: quando i capelli tendono a diventare stopposi e sono accompagnati da forfora l’organismo ci sta segnalando una carenza di niacina, piridossina e zinco
  • Unghie fragili: quando le unghie tendono a sfaldarsi con facilità è segno che manca la giusta scorta di ferro e biotina che sono importanti per stimolare la produzione degli aminoacidi che danno vita alla cheratina, la sostanza che consente ad unghie e capelli di crescere con vigore e forza. Invece la presenza di macchie bianche su di esse indica il bisogno di apportare maggiore calcio all’organismo
  • Ossa deboli: segnalano la mancanza di calcio e vitamina D che provocano una sensazione di debolezza del sistema scheletrico che ci espone maggiormente a rischi di infortuni e fratture
  • Gambe senza riposo: comporta una particolare sindrome chiamata sindrome delle gambe senza riposo che si manifesta attraverso sensazioni di formicolio e prurito alle gambe sin dal risveglio. I formicolii spesso sono accompagnati anche da tremori ricorrenti e altamente fastidiosi. Il responsabile di questa sindrome è la carenza di ferro nel cervello.

I rimedi contro le carenze nutrizionali

Per prevenire le principali carenze nutrizionali importante è seguire una dieta bilanciata e sana ricca di cibi che sono in grado di apportare all’organismo le sostanze nutritive di cui necessita. Per fare il pieno di ferro è importante non farsi mancare mai a tavola cibi di fonte vegetale come legumi, semi oleosi, frutta secca. Importante è anche l’apporto di carne bianca come il pollo da alternare con moderazione a quella rossa.

Nei periodi maggiori di stanchezza psicofisica o, durante la sindrome pre-mestruale per le donne, occorre fare il pieno di magnesio attraverso banane, avocado, noci, cioccolato fondente, spinaci, fagioli rossi e rucola. Invece al fine di rafforzare il sistema scheletrico importante è mangiare latte, latticini, uova, funghi e avocado che consentono di apportare all’organismo un pieno di vitamina D che gioca un ruolo fondamentale.

Via libera a broccoli, semi, patate, noci e prodotti di origine animale per sopperire a carenze di acido

folico e vitamine del complesso B. Una buona dose di funghi, noci, mandorle, nocciole, semi oleosi è un modo per stimolare la produzione di cheratina che serve a unghie e capelli per crescere forti e sani.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica