È il giorno di Stellantis. Tavares: "Saremo leader nella mobilità green"

Le spose Fca e Psa in rosso nell'ultima seduta di Borsa, da lunedì sarà quotato il nuovo big

È il giorno di Stellantis. Tavares: "Saremo leader nella mobilità green"

Benvenuto al gruppo Stellantis che nasce ufficialmente oggi attraverso il perfezionamento della fusione tra Fca e Psa. Dai dettagli burocratici si passerà, lunedì mattina, alle due cerimonie della campanella, a Milano e Parigi, per la quotazione delle nuove azioni Stellantis. Con John Elkann, presidente di Stellantis, a inaugurare la new entry in Piazza Affari ci sarà Raffaele Jarusalmi, ad di Borsa Italiana. Quasi contemporaneamente, a Parigi, ci sarà la cerimonia gemella con l'ad del neonato gruppo, Carlos Tavares. Martedì sarà la volta di Wall Street, vista la chiusura della Borsa di New York, il giorno 18, per il «Martin Luther King Jr. Day».

Gli azionisti di Psa riceveranno 1,742 azioni Stellantis per ogni azione del gruppo francese, mentre gli azionisti di Fca riceveranno 1 azione Stellantis per ogni azione del Lingotto.

Ieri, a Milano, nel suo ultimo giorno in Borsa, Fca ha perso il 4,35%, chiudendo così a 12,57 euro il percorso iniziato il 13 ottobre 2014 (7,15 euro, ma con ancora Ferrari nel perimetro). Negativo anche il titolo Psa: -4,21% a 21,85 euro. E già ora si guarda all'apertura che Stellantis segnerà lunedì in Piazza Affari. Secondo Roberto Russo, analista finanziario delle vicende Fca, «in attesa dello scorporo di Faurecia da Stellantis, il prezzo di raccordo dell'azione per gli ex azionisti di Fca e Peugeot è di 12,57 euro e coincide con quello di chiusura dell'ultima seduta della storia del titolo del Lingotto».

«Gennaio - aggiunge Russo - rappresenta per la terza volta un cambiamento storico per gli azionisti di Fca, dopo lo scorporo di Fiat Industrial (gennaio 2011) e quello di Ferrari (gennaio 2016). La nascita di Stellantis, quarto gruppo automobilistico al mondo con 400mila dipendenti, 180 miliardi di fatturato e oltre 8 milioni di auto vendute su base annua, è la chiusura del cerchio del progetto del visionario Sergio Marchionne, arrivato alla guida del Lingotto nel 2004 dopo un drammatico triennio nel quale l'azienda aveva cumulato perdite pari a circa 8 miliardi ed era sull'orlo del fallimento».

Psa, nel frattempo, ha comunicato i dati delle immatricolazioni nel mondo relativi al 2020, ovviamente penalizzati dal Covid-19. Il gruppo - con i suoi marchi Peugeot, Citroën, Ds e Opel - ha registrato un calo delle vendite globali del 27,8% a 2.512.475 veicoli rispetto ai 3.479.096 del 2019. Il risultato ha comunque soddisfatto l'ad Tavares, «per lo spirito combattivo mostrato dal team che ha garantito l'offerta ai clienti di modelli puliti, sicuri e convenienti allo scopo di garantire la loro libertà di movimento».

I dati, per ora limitati all'Europa, di Fca nel suo ultimo esercizio, si conosceranno martedì, lo stesso giorno in cui Tavares, nel pomeriggio considerando il fuso europeo, terrà la sua prima conferenza stampa globale nella veste di ad di Stellantis. Il tema del suo intervento: «Stellantis, un leader mondiale nella mobilità sostenibile».

L'ad di Waymo (Google), John Krafcik, fa intanto sapere che l'azienda rafforzerà la partnership con Stellantis, in pratica la prosecuzione dell'accordo con Fca sulla tecnologia della guida autonoma. Il fronte vede già all'opera colossi, quali Alibaba-Saic, Foxconn-Geely, Apple-Hyundai e Baidu-Geely.