La "rivolta" dei pensionati contro le mance del governo

I rappresentati sindacali dei pensionati sono sul piede di guerra per "le briciole" sugli assegni: "Sarà sciopero"

Chiamatela pure "rivolta dei pensionati". Chi percepisce un assegno previdenziale dichiara guerra al governo. La rivalutazione che ha il sapore della mancia per gli assegni fino a 2000 euro lordi non è sta digerita. E così i sindacati che rappresentano il mondo della previdenza hanno chiesto un incontro con il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo. A quanto pare il vertice non ha avuto effetti concreti. Tra il ministero e i sindacati è muro contro muro. E il motivo è presto detto: il governo ha destinato solo sei milioni di euro (briciole) alla rivalutazione degli assegni. La Catalfo di fatto ha aperto la strada ad un confronto sulle rivalutazioni ma di fatto non ha accennato a ritocchi immediati agli assegni che superino quei tre euro di aumento previsti dalla manovra dell'esecutivo. I sindacati hanno chiesto una rivisitazione completa degli indici di rivalutazione e anche un confronto col ministero per studiare una nuova riforma previdenziale. Ma le aperture del ministro sono state ritenute insufficienti: "Su un eventuale emendamento del governo sulla rivalutazione, il ministro non ha dato disponibilità, si è dichiarata disponibile ad approfondire la questione, ma per noi è poco", ha affermato il il segretario confederale della Cgil, Roberto Ghiselli, al termine dell’incontro dei sindacati con il ministro del Lavoro. E di fatto, proprio alla luce dell'esito di questo vertice, i sindacati hanno confermato lo sciopero del prossimo 16 novembre.

Uno sciopero questo per far accendere i riflettori sulle condizioni dei pensionati che sempre più vengono utilizzati come "bancomat" di Stato. I ritocchi sulle pensioni in questi anni non sono stati pochi e così col blocco delle rivalutazioni c'è chi ha perso dal 2011 circa 1500 euro l'anno in termini di potere di acquisto per il mancato adeguamento al costo della vita degli assegni. La sensazione è che il "trucchetto" del governo di aumentare di pochi spiccioli gli assegni con la rivalutazione piena per gli importi fino a quattro volte il minimo ha acceso ancora di più lo scontro. Si tratta nei fatti di una vera e propria elemosina da parte dell'esecutivo. I pensionati devono fare i conti con il caro vita quotidianamente avendo un potere di acquisto limitato e azzoppato dalla mancata indicizzazione. Insomma il nodo previdenziale è uno di quelli che il governo dovrà sciogliere. E molto probabilmente, nonostante le promesse dell'esecutivo, nella discussione potrebbe rientrare anche un "ritocco" a Quota 100, una misura fortemente contestata dai renziani.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 04/11/2019 - 22:30

sempre peggio, quando la sinistra è al governo! ma mattarella sta zitto, quindi si rende colpevole, oltre ogni limite!!!!!!!!!!!!!!

Massimo Bernieri

Lun, 04/11/2019 - 22:34

Lo sciopero si fa per creare un danno al datore di lavoro che non acconsente alla tue richieste.Scioperando i pensionati a chi faranno danno? P.S Lo sciopero lo fa chi lavora !

scurzone

Lun, 04/11/2019 - 22:42

Sciopero di nullafacenti? Mi fanno ridere, poveri sindacati.

maxfan74

Lun, 04/11/2019 - 22:48

Sono contenti in molti di questo giovane governo...

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 04/11/2019 - 22:49

Sono purtroppo ancora tanti in ITAGLIA i fessi che non hanno ancora capito che la sinistra non è a favore del popolo,ma CONTRO il popolo:basta vedere che di solito tassano sempre e sempre di più,e quando elargiscono,poche volte,danno solo gli avanzi,mentre la NOMENKLATURA BOLSCEVIKA pasteggia a caviale e champagne, alla faccia dei gonzi. Che,come inebetiti,continuano a votarli in modo robotico,senza nemmeno rendersi conto di dove mettono la x. Letteralmente ipnotizzati e circuiti dalla folle ideologia ROSSA. Inkapaci di intendere e volere. Servono nuovi manicomi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 04/11/2019 - 22:53

I pensionati attuali hann oavuto già troppi regali che i lavoratori odierni non avranno mai. Ingiusto continuare a tassare i lavoratori odierni, aumentando a coloro che hann oavuto già più del dovuto.

19gig50

Lun, 04/11/2019 - 22:54

Mi stupisce veramente che il presidente taccia di fronte a questo scempio che lui ha autorizzato.

Gattagrigia

Mar, 05/11/2019 - 00:25

Mortimermouse, se ci fosse stata la dx al governo cosa avrebbe fatto? Stampato € di notte per darli ai pensionati? Molti dei pensionati che si lamentano hanno versato, non tutti per volontà loro, pochi contributi o sono andati in pensione giovani e stanno godendo di un trattamento molto favorevole rispetto a quello che avrà la mia generazione e quelle a venire. La geniale risposta della dx è stata l'introduzione di quota 100. Date soldi alla scuola, investite sull'istruzione, non sui pensionati, perché soli se le condizioni dei giovani miglioreranno potranno migliorare anche quelle degli anziani

portuense

Mar, 05/11/2019 - 06:32

x Leonida55....i pensionati attuali hanno pagato nella loro vita lavorativa, e ti rammento che in italia ci sono milioni di persone che vivono alle spalle di altri, prostitute, spacciatori, reddito di cittadinanza, quelli che lavorano in nero.... tutte persone che presentano l'ISEE ed hanno diritto a tutto nonostante abbiano un reddito, piu' forestali che alberi in certe regioni, ogni persona che sbarca costa almeno 1500 euro al mese, per non parlare di quelli che non fanno lo scontrino....ed infine migliaia di politici inutili che hanno stipendi e benefici vari anche da morto....la rai è piena di parassiti amici degli amici, centinaia di enti inutili e costosissimi solo per dare uno stipendio agli amici....e tu mi vieni a parlare di REGALI ai pensionati ...?

Popi46

Mar, 05/11/2019 - 06:47

@Leonida55: quel più del dovuto è stato elargito da governi democraticamente eletti e non rubato dai pensionati che ne hanno beneficiato. E comunque la musica continua, anche il reddito di cittadinanza è una elargizione a chi non ha voglia di scomodarsi a lavorare..... E chi ne usufruisce oggi,morirà di fame domani

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 05/11/2019 - 07:04

@Leonida55: Mi spieghi quali regali hanno avuto i pensionati. Io sono un pensionato co 40 anni di contributi, di regali non ne ho visti! Scippi di denaro si, ma regali nisba!

Ernestinho

Mar, 05/11/2019 - 08:31

E la chiamano anche "rivalutazione"! Ci prendono anche per i fondelli!

pinuzzo48

Mar, 05/11/2019 - 08:54

amici pensionati tutti dobbiamo andare a votare per dare risposta a grillo e a tutti questi politici che offendono la dignità di noi pensionati con questo aumento più miserabile di loro per la nostra dignità non c'è dx o sx

Papilla47

Mar, 05/11/2019 - 08:59

Il dramma di questo paese è quello dei ministri incompetenti che si cimentano di volta in volta con problemi più grandi di loro e sono costretti a fidarsi di altra gente incapace.

necken

Mar, 05/11/2019 - 09:23

se tutti i pensionati ricevessero una lettera dall'INPS in cui si precisa quanta percentuale di pensione è basata sui loro contributi effettivamente versati e quanta in base ai loro ultimi stipendi 5/10 anni di darebbero una calmata perche forse capirebbero che loro pensione glila stanno pagando le attuali e future generazioni

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 05/11/2019 - 09:59

L'unico "sciopero" da fare è nella cabina elettorale. Altro non ha una via realmente fattiva, logica

Gio56

Mar, 05/11/2019 - 10:09

necken,guardi che quando va in pensione l'inps le manda una lettera dove sono riportati tutti i calcoli,sia in forma retributiva che in forma contributiva,interessi di rivalutazione compresi.

ilbelga

Mar, 05/11/2019 - 10:35

portuense: sono d'accordo con te, solo che aggiungerei che nessuno parla dei baby pensionati che sono per carità legali andati in pensione chi con 5 anni di lavoro, chi con 14 anni, chi con 19 anni. sembra che noi con 40 anni di contributi siamo diventati il cancro del paese, bisognerebbe aggiornarsi e fare un po di conti. perché l'Inps non vende i palazzi di sua proprietà abbandonati al degrado e paga l'affitto per stare in altri palazzi più diciamo carini, perché queste classi politiche e dico tutte non intervengono mai sulla PA dove c'è uno spreco enorme, perché lo stato non vende i suoi palazzi e ricaverebbe circa 300 miliardi per abbassare il debito pubblico. perché con l'euro il mio stipendio di allora 3 milioni di lire è diventato 1500 euro e invece i parlamentari son passati da 15 milioni a 15 - 20 mila euro. senza polemiche dico a certi commentatori di informarsi bene prima di gettare fango su chi ha fatto 40 anni di lavoro.

ilbelga

Mar, 05/11/2019 - 10:37

aggiungo: salvo i lavori usuranti, tutti dovrebbero andare in pensione con una stessa normativa compresi tutti i politici che sono i soli responsabili del disastro "made in italy".

bernardo47

Mar, 05/11/2019 - 10:45

Articolo parla impropriamente di sciopero, ma sarà Manifestazione unitaria contro,il governo il 16 novembre a Roma!

Tommy40

Mar, 05/11/2019 - 10:47

Mi stupisce il silenzio di tutti, specialmente del presidente della repubblica.Non si possono umiliare in questo modo i pensionati. Purtroppo operai, pensionati e impiegati debbono pagare l'invasione africana organizzata dai comunisti.

bernardo47

Mar, 05/11/2019 - 10:50

Leonida 55 la sua competenza in materia è disarmante. Le pensioni sono salario differito( corte costituzionale) e vanno difese al pari dei salari. Il sistema a ripartizione ha consentito agli anziani di oggi,di mantenere con i loro contributi gli anziani di ieri. Sui giovani, se legge la piattaforma sindacale, viene richiesta una pensione aggiuntiva a carico dello stato, e della fiscalità generale, che integrando la pensione derivante dagli anni di lavoro, metterà i giovani di oggi, nella condizione di ricevere una pensione proporzionalmente non dissimile da quella dei loro padri. Seguire meglio le questioni, è utile e posi o per tutti. E lottare con i sindacati se ve ne sarà bisogno!

ilbelga

Mar, 05/11/2019 - 10:53

aggiungerei un altra cosa: perché l'Inps quando arriva l'ora della pensione non ci da quanto abbiamo versato e rivalutato come si deve e finita lì. io avrei ricevuto 9 anni fa oltre 600 mila euro. penso che avrei fatto una vita o vecchiaia dignitosa. oh no???

Duka

Mer, 06/11/2019 - 08:02

xBarnieri- vorrei proprio vedere che cosa succede se tutti i pensionati evitassero i supermercati per una settimana e per sopravvivere si fanno bastare le bancarelle rionali. Tra poco arrivano le feste, bene; posticipiamo i regali al prossimo anno. Secondo Lei che cosa succede?

Massimo Bernieri

Mer, 06/11/2019 - 12:26

Duka.Discorsi puramente utopistici.Allora andiamo tutti a piedi così lo stato non incasserà accise carburanti e calerà i prezzi(già io lo faccio usando l'auto raramente e perché melo posso permettere ma chi la usa per lavoro perché non c'è altro mezzo?),non paghiamo tutti le imposte così vediamo se agenzia entrate sarà in grado di inviare 25 milioni di lettere con ingiunzioni e se non paghi 25 milioni di processi,pignoramenti? Gli unici scioperi che il governo ascolta è il trasporto merci quando dopo il secondo giorno iniziano a scarseggiare i generi prima necessità carburanti ecc.Poi sono proprio gli anziani ad andare nei negozi sotto casa perché il supermercato,centro commerciale comporta distanze,prendere mezzo pubblico con borsa spesa ecc e non tutti hanno auto e chi abita nei centri senza posto auto poi spostata l'auto al ritorno dove la mette?

rokko

Mer, 06/11/2019 - 21:41

I pensionati hanno poco da lamentarsi, lo Stato è fin troppo generoso con loro. Fosse per me, darei loro la possibilità di riprendersi tutto il montante dei contributi versati non ancora convertiti in assegno pensionistico più gli interessi maturati, e che se la vedessero loro. Avremmo una bella dose di di debito aggiuntivo iniziale, ma poi finalmente avremo smesso sia di pagare troppo e per giunta anche di sentirci le lamentele.