F1, "La Renault pronta a sostituire Briatore" Dal 2010 entra la Lotus

Il quotidiano spagnola As: "Mosley eviterebbe di sanzionere la squadra per l'incidente volontario di Piquet jr a Singapore". Nel circus arriva Lotus e Bmw vende

F1, "La Renault pronta 
a sostituire Briatore" 
Dal 2010 entra la Lotus

Milano - La Renault "caccia" Briatore. Questa la clamorosa ipotesi lanciata da As, quotidiano sportivo di Madrid, dopo gli ultimi sviluppi del caso Piquet jr. Ad occuparsi dell’ultimo caso della Formula 1 è anche la stampa britannica. The Times scrive infatti che la Fia avrebbe assicurato l’immunità in cambio della verità sull’incidente di Nelson Piquet jr. a Singapore nel 2008, oltre che al pilota brasiliano anche al direttore tecnico della Renault, Pat Symonds. Il pilota brasiliano ha accusato il direttore tecnico di avergli chiesto, in presenza del team principal, Briatore, di sacrificare la sua corsa e causare volontariamente l’incidente, per permettere l’ingresso della safety car e favorire così il successo di Alonso nel Gp, il tutto in vista del rinnovo del contratto con la Renault. Se Symonds racconterà "in tutta onestà" di aver chiesto al pilota brasiliano di provocare il suo incidente, la Fia, secondo il giornale che cita fonti anonime, gli eviterà la sanzione che in caso contrario sarebbe una squalifica a vita da tutte le competizioni sportive.

Briatore messo da parte? Ma dalla Spagna le indiscrezioni giornalistiche puntano direttamente su Briatore: la Renault starebbe pensando di sostituire il suo team principal per evitare conseguenze disciplinari. L’indiscrezione, riportata dal quotidiano sportivo spagnolo As, è legata ad alcune considerazioni. La prima su Max Mosley. Il presidente della Fia è in pessimi rapporti con Briatore, e l’affare Piquet è un’occasione per colpire l’italiano. L’ipotesi è quella di un’esclusione della Renault dal Mondiale: scenario che Ecclestone non vuole nemmeno immaginare. Si spiegano così dunque gli incontri frequenti tra il patron della F1 e il team principal italiano in quest’ultimo fine settimana, volti più che altro ad una mediazione. Va ricordato che Mosley è sì il numero 1 della Fia, ma "a tempo". A ottobre lascerà infatti il posto al vincitore della sfida tra Jean Todt e Ari Vatanen. Si pensa quindi ad una soluzione transitoria: Frederic Vasseur, attuale numero 1 del team Art in GP2, potrebbe rilevare Briatore, evitando sanzioni importanti nei confronti della Renault. Poi dopo le elezioni del nuovo presidente Fia, l’italiano potrebbe riprendere il suo posto in cima al team. Vasseur starebbe pensando all’incarico, che in alternativa potrebbe essere offerto ad Alain Prost.

Ecco la Lotus Sarà la Lotus la 13esima scuderia che prenderà parte al Mondiale di Formula 1 del 2010. Lo ha annunciato la Fia con un comunicato ufficiale. La Lotus è figlia di una partnership tra il governo malese e un consorzio di imprenditori locali. Il team principal sarà Tony Fernandes, 15esimo nelle classifica degli uomini più ricchi del suo paese, mentre il direttore tecnico, Mike Gascoyne vanta oltre 20 anni d’esperienza in Formula 1 con Force India, Toyota, Renault e Jordan. La Lotus sarà motorizzata Cosworth.

Bmw vende la Sauber La Bmw ha annunciato che la società svizzera Qadbak Investments comprerà il team di Formula 1. La casa tedesca, che aveva annunciato il suo addio al circus a partire dal 2010, ha spiegato che l’accordo è stato firmato oggi e che la fondazione "rappresenta gli interessi di alcune famiglie del medio oriente ed europee". La federazione internazionale ha comunque deciso di posizionare la scuderia di Hinwil al quattordicesimo posto con la possibilità di entrare in caso di forfait di qualche squadra o nel caso in cui si decida aumentare il numero dei team partecipanti.

Commenti

Grazie per il tuo commento