Furto sull'auto di Ghedini: rubato il computer

Un furto dai contorni ancora da
chiarire. Ieri sera, a Milano, è "sparito" un computer
dall’auto blindata su cui viaggiava il deputato del Pdl Nicolò
Ghedini. Il pc apparteneva proprio al legale del premier Berlusconi. Sul caso sta cercando di far luce la Digos

Milano - Un furto dai contorni ancora da chiarire. Ieri sera, a Milano, è "sparito" un computer dall’auto blindata su cui viaggiava il deputato del Pdl Nicolò Ghedini. Il pc apparteneva proprio al legale del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Sul caso sta cercando di far luce la Digos. Il legale assicura: "Il computer era acquistato da poco e non conteneva alcunché, tantomeno documenti processuali".

Il giallo del furto L’episodio, che non è stato reso noto dalle forze dell’ ordine, viene riportato stamani dal quotidiano Libero ed è stato confermato stamani dalla questura del capoluogo lombardo. La vettura, parcheggiata nei pressi del Jolly Hotel in Largo Augusto, è stata scassinata e dal bagagliaio sarebbe sparito un pc portatile con all’interno carte processuali e importanti documenti che riguarderebbero, pare, anche i procedimenti in cui è coinvolto il premier. L’intervento della polizia è avvenuto intorno alle 20.30.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.