Kabul, Nato: imam ucciso per errore

La Nato, con un comunicato, ha ammesso di aver ucciso per errore un imam e ha presentato le sue scuse ufficiali, precisando che le sue truppe ignoravano che a bordo della vettura colpita ci fosse un religioso

Kabul, Nato: imam ucciso per errore

Kabul - La Nato, con un comunicato, ha ammesso di aver ucciso a Kabul, per errore, un imam e ha presentato le sue "scuse", precisando che le sue truppe ignoravano che il civile a bordo di una vettura contro la quale avevano aperto il fuoco fosse un religioso. Muhammad Yonus, imam di una moschea nel centro di Kabul, era a bordo di un’auto quando i soldati dell’Isaf lo hanno ucciso. "In un increscioso incidente questa mattina un convoglio Isaf ha aperto i fuoco contro quello ce riteneva fosse una minaccia" si legge in una nota, "sfortunatamente un civile afghano è stato ucciso".

Commenti