Brufoli: rimedi naturali per curare acne e rossore

La natura viene in aiuto contro i tipici brufoli da acne: dal succo di limone all’aglio fino a passare per il comune dentifricio per denti, ecco come trattare i rossori e le infezioni cutanee

Brufoli: rimedi naturali per curare acne e rossore

Come mai vengono i brufoli sul viso

Scatenati dalle infezioni cutanee che colpiscono i follicoli piliferi e le ghiandole sebacee, i brufoli sono tra le imperfezioni più odiate in assoluto dai tempi dell’adolescenza. I brufoli e l'acne possono essere determinati da più cause, anche concomitanti, come squilibrio ormonale, eccesso di produzione di sebo, l'accumulo di batteri, l'uso di alcuni farmaci, l'uso di cosmetici coprenti, lo stress psicologico. Solitamente la manifestazione giovanile è legata a fattori ormonali, mentre in età più avanzata è lo stress a giocare un ruolo preminente.

Ancora oggi i meccanismi che portano alla formazione di brufoli e acne non sono del tutto chiari. Generalmente, a causarli c'è una ipersensibilità dei follicoli ai vari stimoli che porta all'infiammazione e alla proliferazione dei batteri.
Spesso l'acne tende a scomparire in maniera spontanea, altre volte, invece, è una manifestazione persistente e fastidiosa.

Alzi la mano chi non ne abbia mai sofferto, soprattutto a ridosso di occasioni speciali come un colloquio di lavoro o il party in discoteca con gli amici: ecco allora alcuni rimedi efficaci pronti all’uso per contrastare gli odiati foruncoli.

Alleviare il rossore dei brufoli con il ghiaccio

Per ridurre il rossore provocato dal brufolo infiammato e gonfio si può utilizzare il ghiaccio. Come? Basta avvolgere un cubetto del freezer con un panno o un sacchetto di plastica e tamponare l’area interessata per 3-4 minuti. Dopo la prima applicazione, è necessario ripetere il trattamento più volte durante il giorno per lenire la pelle e ridurre il gonfiore.

Come curare i brufoli con il limone

Un altro rimedio semplice e naturale dal noto potere astringente è il limone. Non solo è un metodo sicuro che solo raramente può portare effetti collaterali, ma risulta efficace poichè l'acidità del limone è in grado di compensare la perdita di acidità in cui può spesso incorrere la pelle dopo trattamenti cui viene sottoposta in genere, perciò ne normalizza il pH.

Ci sono due possibili modi per usare il succo di limone nel trattamento contro i brufoli, entrambi efficaci anche nel ridurre macchie e cicatrici che possono derivare da uno sfogo di brufoli:

  • si può infatti decidere di applicare il succo direttamente sulla pelle, nelle zone in cui siano presenti i brufoli con un dischetto di cotone imbevuto nel suo succo, naturalmente ricco di vitamina C,magari prima di andare a dormire;
  • oppure si può decidere di berlo.

In entrambi i casi, si può iniziare a registrare um miglioramento già dopo tre settimane di trattamento, e questo è ancora più efficace se lo si combina con un detergente delicato.

Aloe vera, per creare un siero naturale

Come il limone anche l’aloe vera è un perfetto per trattare l’acne, riducendo il rossore e le infiammazioni dei brufoli in modo naturale. Da un lato, grazie all’azione antinfiammatoria e sebo regolatrice l’aloe è adatta per curare brufoli e gonfiore; dall’altro ha proprietà antisettiche e antinfiammatorie che favoriscono la liberazione di tossine e sostanze nocive. Inoltre, l’aloe è adatta al trattamento di ustioni, tagli e ferite, può essere utilizzata per lenire i sintomi dell’acne.

Per eseguire il trattamento è sufficiente mescolare un cucchiaio di gel con alcune gocce di olio essenziale di tea tree. L’unguento dovrebbe poi essere lasciato in posa sul viso dai 15 ai 20 minuti come una normale maschera, da risciacquare con acqua tiepida a fine trattamento.

Il rimedio naturale della nonna: il vapore

Grazie al vapore, uno dei metodi più efficaci, è inoltre possibile dischiudere i pori, facilitando la fuoriuscita delle impurità e brufoli sottopelle, e far respirare la pelle come in una vera sauna; si può creare una mini spa riempendo un contenitore di acqua calda, inserendo all'interno anche olio essenziale di Tea Tree in caso di pelle grassa o olio essenziale di Bergamotto se si vogliono eliminare puti neri, con cui mettere a contatto la pelle del viso.

Copri la testa con un asciugamano e avvicinati abbastanza da sentire il vapore sulla pelle. Fai attenzione a non avvicinarti tropo per evitare di scottarti. Dopo circa 5 minuti, puoi passare alla fase di pulizia vera e propria: con i pori ben dilatati, spremi delicatamente i brufoli così da farne uscire le impurità. Una volta terminato il trattamento, utilizza un po' di crema idratante, non unta, per ripristinare l'equilibrio dell'epidermide.

Un classico rimedio efficace ed evergreen: il dentifricio

Altri ingredienti da citare sono il dentifricio, che oltre a pulire i denti combatte i brufoli con il freddo della sua formulazione, spesso utilizzato per far sparire i brufoli in poco tempo, e l’aglio che svolge un’azione antisettica e antibatterica se sfregato delicatamente sull’infiammazione più volte al giorno.

Dopo aver schiacciato un brufolo, invece, è

consigliato concludere l'operazione con un accorgimento igienico: prendi un batuffolo di cotone (non va bene quello utilizzato in precedenza per spremere il brufolo) e applica del tonico alcolico oppure un disinfettante per ferite.

Leggi anche...

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica