Livingston vola da Malpensa alle spiagge di Mauritius

Decollato dall'aeroporto intercontinentale di Milano Malpensa il primo volo a lungo raggio della compagnia aerea diretto verso l'isola dell'Oceano Indiano. L'amministratore unico Riccardo Toto: "Con questo volo abbiamo raggiunto uno dei nostri importanti obiettivi. In nove mesi in Livingston lavorano già 260 persone e continueremo lo sviluppo". Giulio De Metrio (Sea): "Le imprese che investono in questo momento di crisi sono segnali per guardare con positività al futuro, come fa anche Sea che nelle prossime settimane aprirà a Malpensa il terzo satellite".

Livingston vola da Malpensa alle spiagge di Mauritius

Vacanze al sole d'inverno: destinazione Mauritus sulle ali di un "gabbiano", così è decollato alle 17 e 10 di mercoledì 19 dicembre dal terminal T1 dell’aeroporto di Milano Malpensa il primo volo intercontinentale della compagnia aerea Livingston diretto verso l'isola da sogno fatta di mare e spiagge, entroterra dolce da scoprire fra natura, case coloniali, un crogiuolo di popoli e religioni che caratterizzano la "perla" dell'Oceano Indiano raccontata da Conrad. A bordo del volo JN59551 200 passeggeri e 11 membri d’equipaggio con un Airbus A330 in configurazione di cabina da 306 posti: 18 in First Class e 288 in Basic Class (di cui 18 in Comfort Seat). Questo primo volo intercontinentale di Livingston è stato organizzato in collaborazione con i tour operator: Hotelplan, Valtur, Veratour, Phone&Go e Last Minute.

"In soli nove mesi di attività, in Livingston lavorano già 260 persone e la compagnia ha fatturato 47 milioni di euro", ha sottolineato l'amministratore unico di Livingston Riccardo Toto, durante la cerimonia inaugurale prima del taglio del nastro tricolore e delll'imbarco. "Con la partenza del primo volo a lungo raggio - ha aggiunto - raggiungiamo un ulteriore obiettivo che ci eravamo posti lanciandoci in questa impresa, così come la gestione on-line della vendita dei biglietti e della personalizzazione del volo. Altri obiettivi saranno raggiunti a breve, sempre con l'entusiasmo del primo giorno, quando sempre a Malpensa, abbiamo dato il via alla rinascita della compagnia". Toto ha confermato anche il piano di assunzioni e di ampliamento che dovrebbe portare a 540 il numero di dipendenti del vettore entro la fine del 2013 con nove Airbus 320 e due A330 in flotta.

"Le imprese che investono in questo momento di crisi - ha detto da parte sua Giulio De Metrio, numero due di Sea - sono segnali per guardare con positività al futuro, come fa anche Sea che nelle prossime settimane aprirà a Malpensa il terzo satellite". Il piano di investimenti per lo scalo intercontinentale va avanti secondo i piani guardando al futuro, per essere pronta al momento delle ripresa dei mercati, dell'uscita dalla crisi che ha colpito il trasporto aereo in tutta Europa, Malpensa, nei primi nove mesi del 2012, ha registrato un calo di passeggeri di circa il 4% e si tratta, spiega De Metrio "di un dato allineato, se non addirittura in qualche caso migliore dei principali competitor europei anche se Sea cresce comunque nei ricavi". Una lieve ripresa del numero dei passeggeri nello scalo intercontinentale di Milano è comunque prevista per la seconda metà del 2013 e Malpensa si farà trovare pronta anche grazie all'apertura del nuovo terzo satellite, "un'area - sottolinea De Metrio - più grande di tutta Linate" dove andranno ad operare i voli intercontinentali cosiddetti di gamma Premium a cominciare da quelli di Emirates che vi ha allestito la sala vip più grande e moderna d'Europa".

"Siamo felici di essere presenti insieme ad importanti partner dell’industria turistica per sancire l’unione tra la compagnia aerea Livingston e l'isola di Mauritius e festeggiare la partenza del nuovo volo diretto. E' un importante passo e una riconferma dell’interesse degli operatori del turismo e dei viaggiatori italiani per la destinazione”, afferma Massimo Tocchetti, Regional manager di Mauritius Tourism Promotion Authority (Mtpa Italia, info www.mauritius-turismo.com), con una lunga e consolidata esperienza nel settore. "L’Italia è un mercato di fondamentale importanza per Mauritius, il quarto a livello europeo, con 52.747 arrivi nel 2011. Ci auguriamo di accogliere ancora più passeggeri nei prossimi mesi grazie al nuovo volo Livingston che renderà più semplice raggiungere l’isola e che questa operazione possa procedere con successo, mettendo le basi per un collegamento diretto continuo tra i due Paesi".

Livingston, i cui aerei sono caratterizzati da un gabbiano stilizzato, è operativa dallo scorso 31 marzo e con il primo volo a lungo raggio, consolida la sua presenza sul mercato. La programmazione operativa a lungo raggio interessa principalmente alcune destinazioni dell’area Africa e Oceano Indiano, tra cui Kenya (3 frequenze settimanali), l'isola di Zanzibar (3 frequenze settimanali) e quella di Mauritius (1 frequenza settimanale). Inoltre Livingston raggiunge anche il Messico (Cancun). Un’importante novità, introdotta recentemente dalla compagnia aerea riguarda le vendite online attraverso il sito www.livingstonair.it. Grazie all’e-commerce, infatti, sono acquistabili online i biglietti per i voli di linea e anche i servizi di personalizzazione prima, durante e dopo il volo. Il servizio permette ai clienti di prenotare voli di linea andata e ritorno oppure di sola andata verso la Russia (Mosca e San Pietroburgo), l’Ucraina (Kiev) e tutte le destinazioni di linea di lungo raggio. Con il portale di Livingston ogni cliente può costruire la propria vacanza personalizzata, attraverso l’acquisto dei servizi su misura di cui poter usufruire prima, durante e dopo il volo: il parcheggio fast-track, la prenotazione della sala vip, oppure l’acquisto di un menu tailor-made sui voli che non hanno catering incluso. Ed anche biglietti "solo volo".

Livingston è inoltre on-air negli aeroporti milanesi di Linate e Malpensa, con una campagna pubblicitaria il cui concept si basa su un inedito: "Vola slow-cost" perché unisce il valore del prezzo contenuto con la comodità e il piacere di vivere slow. Un concetto innovativo che si pone come obiettivo la promozione del diritto a vivere il volo innanzitutto come un piacere. Per quanto riguarda i collegamenti charter ddi corto e medio raggio operati dai 5 A320-200 in flotta (180 posti/classe unica), continua la programmazione di Livingston con destinazioni verso Egitto - Mar Rosso, Isole Canarie, Russia e l’Ucraina, oltre a Tel Aviv.

Commenti