Cade dentro il Naviglio Un ciclista è in fin di vita

Non dovrebbe avere più di 35 anni (era senza documenti, ndr) l'uomo in tenuta da ciclista finito ieri, poco prima delle 17.30, nel le acque del Naviglio Grande a Robecco sul Naviglio, comune a 20 chilometri a ovest di Milano. Ora le sue condizioni sono gravissime e si teme per la sua vita.

Segnalato al 118 da dei passanti che lo avevano visto annaspare, il poveretto stava transitando sulla pista ciclabile che corre parallela al Naviglio quando, per ragioni ancora in via di accertamento, è caduto in acqua.

Sul posto un'ambulanza e l'elisoccorso del pronto intervento, mezzo quest'ultimo con il quale l'uomo, in forte stato di ipotermia, è stato trasportato con urgenza agli ospedali riuniti di Bergamo dove, spiega il 118, sono molto ben attrezzati per i casi di annegamento. Il ciclista, infatti, quando è stato salvato dall'annegamento era in gravissime condizioni per essere rimasto a lungo in acqua e le manovre di rianimazione del personale del 118 non avevano avuto successo tant'è che non aveva ripreso conoscenza.

Sul posto sono arrivati anche i carabinieri della compagnia di Abbiategrasso e i vigili del fuoco di Milano. I militari, nell'immediatezza del fatto, hanno cercato di ricostruire l'identità dell'uomo senza risultato.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti