«LETZGO»Arriva anche in città l'autostop organizzato grazie a una app

Si salta sull'auto altrui in un secondo, ma tranquilli che non è un assalto, si fa col cellulare e si paga, ma poco. Letzgo nasce a Milano, è il primo servizio di «carpooling istantaneo», praticamente l'autostop organizzato con una app, e il pollice serve al massimo a scivolare sulla tastiera dello smartphone. Letzgo connette in tempo reale automobilisti e passeggeri, con un sistema «on demand» che permette di condividere i posti liberi delle vetture in circolazione.
A differenza del carsharing non immette sulle strade nuove automobili e a differenza del carpooling tradizionale riguarda tratti brevi e principalmente in città. Mentre Blablacar e simili sono usati soprattutto per le lunghe distanze, Letzgo fa da concorrente alla metro e ai propri piedi, quando spostarsi a Milano sembra come andare fino a Monaco, «ma non solo per quello partiamo da qui, Milano è anche dinamica e ricettiva nei confronti delle innovazioni nel comparto mobilità», spiegano i fondatori di Letzgo, Davide Ghezzi, Luigi Pincelli e Sabrina Vinella. E poi è conveniente: non ci sono tariffe, ma un rimborso spese suggerito dalla app al termine del percorso.

Commenti