Primavera musicale nel segno del pianoforte

Dal 10 maggio oltre 200 eventi per la città in tre giorni. Concerti nei luoghi simbolo e nelle abitazioni private

Primavera musicale nel segno del pianoforte

Per il secondo anno consecutivo il pianoforte tornerà ad invadere Milano con una rete di concerti impressionante e con musiche di ogni tipo (classica, jazz, contemporanea, pop, rock e chi più ne ha più ne metta...). Proprio così, dopo il grande successo di pubblico della prima edizione, «Piano City Milano», il format di musica metropolitana diffusa, mutuato da un'analoga iniziativa berlinese e promosso dall'assessorato alla Cultura del capoluogo lombardo, dai due main sponsor Edison e Intesa San Paolo e dai promoter Ponderosa Music & Art e Accapiù, sarà riproposto nel fine settimana tra il 10 e il 12 maggio in una versione ancora più ricca ed ambiziosa.

La tre giorni, rigorosamente gratuita (attenzione, però: per poter partecipare bisogna sempre prenotarsi attraverso il sito www.pianocitymilano.it), rappresenta a suo modo un unicum nella scena live nazionale. Perché, oltre a dimostrare, per dirla con l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno (di professione musicista-compisitore), «la vitalità e la forza di uno strumento come il pianoforte, che dall'Ottocento ad oggi si è dimostrato il veicolo ideale per la creazione di linguaggi e musiche sempre nuove», riesce a mettere sullo stesso piano, almeno per una volta all'anno, pianisti ultranoti e concertisti professionisti, studenti e semplici amatori del pianoforte e, soprattutto, li fa esibire sia in luoghi tradizionalmente dedicati alla musica sia in spazi assolutamente non convenzionali: case private (quest'anno saranno ben 96 gli «house concerts» organizzati in abitazioni messe a disposizione da altrettanti privati, piano muniti ovviamente...) e, novità assoluta, cortili, stazioni e mezzanini della metropolitana e persino un tram storico (che, dotato di pianoforte, girerà per la città durante la domenica senz'auto del 12 maggio).

Epicentro della manifestazione saranno la Galleria d'Arte Moderna e il PAC. Guarda caso, proprio via Palestro sarà chiusa al traffico la sera del doppio concerto inaugurale (alle 20 e alle 22) di venerdì 10 maggio: per l'occasione saranno posizionati lungo la strada 21 pianoforti che saranno suonati a quattro mani sotto la direzione del maestro Daniele Lombardi. Tra gli autori in repertorio Cage, Nyman e Rossini. Nel corso della stessa serata, una lettura dell'attore Filippo Timi sarà accompagnata al pianoforte da Ludovico Einaudi, sin dall'inizio tra i coordinatori artistici di «Piano City».

Tra i 264 eventi in programma, meritano una menzione speciale due happening che impreziosiranno la giornata di sabato 11 maggio: da una parte, la maratona musicale ospitata alle Gallerie d'Italia di piazza Scala che coinvolgerà gli allievi del Conservatorio Giuseppe Verdi e culminerà con l'esibizione di Michele Di Toro; dall'altra, il doppio concerto di Cesare Picco e Michele Campanella nella storica sede della Edison in Foro Bonaparte 31.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento