Ville e lusso: dov'è il tesoro "negato" dallo Zar

Super villoni tra Francia e Svizzera, tutti intestati a persone riconducibili a Putin ma nessuno di questi direttamente allo Zar: ecco cosa hanno rivelato i francesi e i Pandora Papers

Ville e lusso: dov'è il tesoro "negato" dallo Zar

Lo zar non ha mai perso la voglia di essere ironico, un'ironia tutta sua che forse fa sorridere soltanto i suoi fedelissimi. Per cercare di uscire pulito da un processo del 1996 in cui fu accusato "di aver investito denaro in immobili sulla costa atlantica, con fondi investiti che sarebbero stati rubati dall'ufficio del sindaco di San Pietroburgo e poi trasferiti su conti bancari in Austria" come ricorda LaStampa, Putin all'epoca disse di non sapere neanche dove si trovasse l'Oceano Atlantico. Ma la boutade è durata poco: tanto si sa, eccome, di alcun ville e immobili di lusso a Biarritz, un'elegante località balneare sulla costa basca della Francia sudoccidentale, meta turistica popolare da quando i reali europei iniziarono a visitarla nel 1800. Pur non essendo un reale, né tantomeno un europeo, il signor Putin iniziò a seguire quella "moda" comprando e intestando a terze persone tutti i suoi possedimenti.

Cosa si sa delle ville francesi

Tornando indietro di un mese, attivisti francesi a favore dell'Ucraina tinteggiarono il cancello di questa mega villa francese con i colori blu e gialli rimossi in fretta e furia da gente vicina allo zar. Ufficialmente, però, il villone prima fu prima intestato a Gennady Timchenko, amico di infanzia di Putin, per poi passare nelle mani di Kirill Shamalov, ex marito della figlia minore Katerina Tikhonova. Un'altra villa l'ha comprata ad Anglet, non lontano da Biarritz, località rinomata per le sue 11 spiagge atlantiche adatte al surf, tra cui Les Cavaliers e Marinella: questo immobile è di 450 metri quadri con un parco privato di 5mila metri quadrati. Valore commerciale, 7 milioni di euro. Sarà mai intestato a Putin? Neanche per idea, non si sa mai. Infatti, l'Occrp (consorzio di centri investigativi, media e giornalisti che opera in Europa orientale, Caucaso, Asia centrale e America centrale) ha fatto venire a galla che l'intestazione appartiene ad Artur Ocheretny, un uomo che non ha minimamente il denaro necessario ad avere anche solo un quarto di quella fortuna. E allora? L'uomo è ritenuto molto vicino a Lyudmila, la prima moglie di Putin.

La rivelazione dei Pandora Papers

L'elenco è lungo, succoso e interessante fatto di colpi di scena: per far vedere di essere anche un cultore musicale, persone riconducibili a Putin avrebbero acquistato una villa storica dove visse nientemento che Igor Stravinsky, in "Rue de la Fregate 9", sempre a Biarritz. "Informazioni che ci sono state confermate dai servizi di intelligence francesi", scrissero i francesi. Stranamente, anche in questo caso Putin ha negato. La ciliegina sulla torta, però, è l'intestazione fittizia a una signora delle pulizie di San Pietroburgo, la 46enne Svetlana Krivonogikh, che di colpo si ritrovò con un appartamento da 4,1 milioni di dollari a strapiombo sul Mediterraneo poco tempo dopo aver partorito la figlia Elisaveta, che attualmente utilizza l'appartamento. In questo caso, persino i media russi scrissero dei legami con lo zar oltre alle rivelazioni dei "Pandora Papers", 11,9 milioni di documenti che l'International Consortium of Investigative Journalists ha pubblicato a partire dal 3 ottobre 2021 smascherando i proprietari nascosti di società offshore, conti bancari segreti, jet privati, yacht, ville e opere d'arte.

I beni in Svizzera

Il buon gusto per il mondo occidentale tanto disprezzato da Putin lo fa giungere in Svizzera, con una mega villa che potrebbe essere intestata all'amante di Putin, la ginnasta Alina Kabaeva, attualmente scomparsa dai radar e rimasta ancora senza sanzioni. Facendo uno più uno si può ipotizzare che il rifugio segreto delle Kabaeva sia questo villone a Collina D'Oro, come raccontano fonti de La Stampa, in località Lugano. Il caso vuole che ci siano statue in bronzo che raffigurano una ginnasta oltre a svariati bagni e camere da letto, il tutto immerso in una fitta vegetazione al riparo da qualsiasi occhio indiscreto. Valore dell'immobile: 15 milioni di euro. Insomma, sarà anche burbero ma Putin è sicuramente "generoso" con amici, amici di amici, signore delle pulizie e amanti: lo farà per puro spirito di bontà o per tornaconto personale? Ai posteri l'ardua sentenza.

Commenti