Terme: ecco quali trattamenti fare a 60 anni

Un soggiorno alle terme permette di concedersi sia terapie mediche sia trattamenti estetici, perfetti per rigenerarsi e lenire molti disturbi legati all’età che avanza.

Terme: ecco quali trattamenti fare a 60 anni

Sempre più simili a veri e propri centri benessere, le terme offrono una varietà di percorsi che spaziano dalle terapie mediche vere e proprie ai trattamenti estetici, sempre con l’obiettivo di favorire la cura del corpo e della mente.

Soggiornare presso gli impianti termali è un’abitudine molto radicata, soprattutto tra i senior: dietro questo trend si cela sia la necessità di sfruttare i benefici di queste strutture per lenire alcuni disturbi ricorrendo ai rimedi naturali, sia il desiderio di concedersi una vacanza rilassante e rigenerarsi.

Trattamenti termali come terapie mediche

Lo scopo principale degli impianti termali è quello di rendere disponibili terapie mediche specifiche che possono aiutare a curare diversi acciacchi e patologie, molti dei quali sono condivisi da chi ha superato i 60 anni. In questi casi è spesso necessaria la prescrizione medica, che indica in modo preciso il percorso da compiere. Nella maggioranza dei casi, i trattamenti terme sono consigliati in presenza di alcune problematiche precise:

  • problemi a carico dell’apparato respiratorio;
  • artrosi;
  • reumatismi;
  • disturbi alle articolazioni;
  • osteoporosi;
  • cervicalgia;
  • fibromialgia;
  • bronchite cronica;
  • malattie della pelle.

Fanghi, massaggi e inalazioni i trattamenti più richiesti

Per quanto concerne l’artrosi, ad esempio, è una patologia cronica infiammatoria causata dalla fisiologica degenerazione dei tessuti scheletrici e muscolari. Per placare i sintomi è molto utile la fangoterapia che rallenta l'evoluzione del processo degenerativo e migliora le funzionalità articolari.

A beneficio delle vie respiratorie, invece, sono più indicate le cure inalatorie con acque termali e l’aerosolterapia, così come le irrigazioni, le docce nasali e la nebulizzazione: si rivelano efficaci per curare riniti, bronchiti, sinusiti e altre malattie sia di carattere infiammatorio sia di natura allergica.

I bagni in acqua termale, inoltre, hanno effetti benefici sulla pelle e su vari problemi dermatologici, tanto da rappresentare uno dei trattamenti più richiesti. Anche il fango termale vanta notevoli proprietà antinfiammatorie e può essere utilizzato a temperature differenti, in modo da sortire effetti diversi. L’idromassaggio in acqua termale, infine, aiuta a lenire i dolori muscolari e articolari ma anche a curare problematiche vascolari e linfatiche.

Trattamenti estetici praticati negli impianti termali

I trattamenti termali permettono di ottenere benefici da diversi punti di vista, pensando alla salute psicofisica a tutto tondo. Nella maggior parte delle strutture, infatti, ai consueti percorsi di cura a base di acqua e fango termale si affiancano altri tipi di trattamento che riguardano la sfera prettamente estetica.

È possibile sfruttare le proprietà dell’acqua sulfurea per stimolare la microcircolazione, ad esempio, concedendosi maschere e massaggi che tonificano e favoriscono il ringiovanimento della pelle. Altri benefici possono derivare dai trattamenti a base di alghe, dalla sauna e dal bagno turco. Uno dei percorsi più richiesti presso gli impianti termali e le Spa, ad esempio, è la doccia emozionale: l’acqua viene erogata o nebulizzata alternando getti caldi e freddi che variano di pressione e intensità, accompagnati anche da variazioni di colori e profumi. L’unione di cromoterapia e aromaterapia permette di vivere un’esperienza molto intensa.

In ogni caso, organizzare un soggiorno alle terme può diventare anche un’occasione di svago e trasformarsi in una breve vacanza da trascorrere in tranquillità e relax, senza rinunciare alla buona compagnia e al buon cibo.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti