"Udienza in gran segreto". Totti e Ilary in tribunale a sorpresa

L'iter per la separazione giudiziale è cominciato a sorpresa il 31 marzo. La data è stata fissata dal giudice in gran segreto due giorni prima dell'udienza per evitare il clamore mediatico

"Udienza in gran segreto". Totti e Ilary in tribunale a sorpresa

La prima udienza per la separazione giudiziale tra Francesco Totti e Ilary Blasi si è svolta, a sorpresa, venerdì 31 marzo. A saperlo erano solo i diretti interessati e i rispettivi avvocati, che hanno tenuto le bocche cucite fino all'ultimo per evitare che cronisti e fotografi si accalcassero davanti alle porte del tribunale di Roma. Il giudice della prima sezione civile, Simona Rossi, ha stabilito la data dell'inizio del procedimento per la separazione giudiziale due giorni prima, avvertendo solo le parti con l'ordine di non lasciare trapelare alcuna notizia in merito per evitare il clamore mediatico. E l'espediente ha funzionato, visto che dell'udienza si è venuti a conoscenza solo oggi (no, non è un pesce d'aprile).

Cosa è successo in tribunale

Secondo quanto riferito da Il Messaggero a Totti e Ilary è stato riservato un trattamento speciale con forze dell'ordine appostate un po' ovunque fuori e dentro il tribunale di Roma per evitare che qualche curioso lasciasse trapelare la notizia. I due ex coniugi sarebbero entrati in aula intorno alle ore 17.30 e sarebbero usciti dal tribunale solo quattro ore dopo, intorno alle 21.30. Cosa sia successo in aula è difficile, invece, da ricostruire. Come succede di norma nei casi di separazione, il giudice avrebbe tentato una conciliazione tra il Pupone e la conduttrice dell'Isola dei famosi, ma il giudice ha capito che il margine per un accordo consensuale - visti i tentativi andati a vuoto fino a oggi - era praticamente nullo. Così, valutati gli atti presentati dalle parti - le cosiddette memorie difensive (quella di Totti sarebbe di addirittura 120 pagine) - il giudice Simona Rossi si è riservata di decidere e stabilire, entro una decina di giorni, se aprire l'istruttoria per la causa di separazione giudiziale.

I "nodi" della separazione

La contesa tra Totti e Ilary Blasi dovrebbe riguardare l'assegno di mantenimento, la spartizione del patrimonio familiare e l'affidamento congiunto dei tre figli. Quest'ultimo sembra essere il nodo più facile da sciogliere visto che entrambi chiedono l'affidamento congiunto. Il giudice dovrà, però, stabilire le modalità: il tempo che ciascun genitore potrà trascorrere con i ragazzi e dove vivranno nel periodo di affidamento. Ben più complessi i temi dell'assegno e della spartizione patrimoniale. L'ex capitano giallorosso e la conduttrice avrebbero alcuni beni in comune e questo comporterà un intervento da parte del magistrato per ripartire il patrimonio. Per quanto riguarda invece l'assegno mensile non è chiaro se e quanto spetterà alla Blasi.

Secondo le ultime voci la conduttrice avrebbe chiesto addirittura l'addebito delle spese processuali per il tradimento da parte di Totti con Noemi. Per contro il Pupone sembra avere il dente avvelenato con l'ex moglie per la presenza del suo fidanzato, Bastian Muller, nella villa dell'Eur e al fianco dei suoi figli.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica