Di Battista e il papà: "Quella volta che urlammo contro D'Alema"

Il parlamentare del M5S, Alessandro Di Battista, ha raccontato di quando da ragazzo incontrò per la prima volta D'Alema in barca

Di Battista e il papà: "Quella volta che urlammo contro D'Alema"

La lotta di Alessandro Di Battista contro Massmo D'Alema non inizia con l'ingresso in Parlamento del grillino. C'è stato un altro incontro, sebbene fortuito e piuttosto grottesco.

L'attacco del giovane Di Battista

Una delle stelle più famose dell'arcipelago del M5S, infatti, era appena un ragazzino di 18 anni quando insieme a suo padre si trovava a Corfù, la piacevole isola greca dove passare le vacanze estive. Stava passeggiando insieme a suo padre, che non hai mai fatto segreto di avere il cuore politico spostato a destra, quando incontrò la barca lussuosa di D'Alema. "Avevo 18 anni - ha raccontato a Vanity Fair - vediamo arrivare un panfilo, Papà dice: 'Andiamo a vedere se lì c'è D'Alema'. Prendiamo il gommoncino e affianchiamo la sua barca. Era lui. Mio padre si sporge sul gommone e inizia a urlargli contro: 'Hai tradito i valori della sinistra, ti sei venduto al capitale e all'imperialismo americano'. D'Alema è rimasto immobile. Anni dopo, mi ritroverò a ripetere quelle frasi all'interno del Parlamento".

E in effetti da falco grillino Di Battista non si è mai risparmiato in Aula e fuori nei suoi attacchi contro la vecchia politica di cui Baffino è indubbiamente l'emblema. Come si dice in questi casi: tale padre, tale figlio.

Autore

Commenti

Caricamento...