"Nessuno dei nostri ha chiesto il bonus". È giallo sui nomi dei furbetti

Caccia ai deputati che hanno incassato il bonus. Rosato nega il coinvolgimento di Italia Viva. Ma i nomi non saltano fuori

La questione dei deputati "furbetti" non è stata ancora risolta e continua a tenere banco: sarebbero 5 coloro che farebbero parte della casta e avrebbero incassato il bonus da 600 euro. La misura era stata prevista dal governo, considerando la drammatica crisi provocata dall'emergenza Coronavirus, a favore delle partite Iva e di alcune specifiche categorie di autonomi. Tuttavia, vista l'eccezionale portata della situazione, non era stata introdotta alcuna distinzione di reddito tra i lavoratori. A scoprire il magheggio è stata la Direzione centrale Antifrode, Anticorruzione e Trasparenza dell'Inps; a trarre vantaggi sarebbero stati anche circa 2mila figure politiche tra assessori regionali, consiglieri regionali e comunali, governatori e sindaci.

Fin da subito è partita la caccia ai "furbetti": il dito è stato puntato contro tre politici della Lega, uno del Movimento 5 Stelle e uno di Italia Viva. Ma è ancora giallo, visto che da Ettore Rosato è arrivata una secca smentita sul coinvolgimento dei renziani: "A noi di Italia Viva non risulta che alcun parlamentare appartenente al nostro gruppo abbia chiesto il bonus". Il coordinatore nazionale di Iv ha usato parole durissime nei confronti dell'Istituto nazionale previdenza sociale: "Questo modo di fare servizio pubblico da parte dell'Inps è barbaro". Pertanto ha chiesto in maniera formale o di "smentire la notizia del nostro coinvolgimento" oppure di "rendere pubblici i nomi".

Pressing sui nomi

Mario Lolini ha voluto chiarire: in seguito alle "pressanti richieste telefoniche da parte dei media regionali e nazionali per rilasciare interviste in merito al bonus percepito da parlamentari", tra cui tre appartenenti al Carroccio, ha dichiarato di non aver "mai percepito né fatto mai richiesta di bonus partite Iva di 600 euro". Il deputato leghista ha diffidato qualsiasi testata giornalistica a riportare articoli che riguardano la sua persona, "con subdole illazioni", avvertendo che in caso contrario sarà costretto "ad adire le vie legali".

Quest'ultimo invito è stato avanzato anche da Luigi Di Maio, che nella giornata di ieri ha preso una posizione chiarissima: "Siamo davanti a fatti di una gravità assoluta". Il pressing del ministro degli Esteri ha l'obiettivo di rendere pubblici i nomi dei 5 deputati, anche per una questione di rispetto verso gli italiani che hanno il diritto di sapere gli autori di tale gesto: "Questa gente non deve più avere l’occasione di rivestire una carica pubblica. Deve essere allontanata dallo Stato, deve essere punita. Non possono e non devono passarla liscia".

Sulla stessa linea Carlo Calenda, il quale ha comunque voluto sottolineare che a essere sbagliata in principio è stata la legge: il governo ha provato già a giustificarsi, specificando che la fretta di fornire aiuti economici non ha consentito di prevedere dei paletti. Il leader di Azione è convinto che i nomi usciranno poiché non ci sarebbe la base legale per tenerli segreti: "L'Inps dovrebbe fornire quei nomi. Sennò si crea la sensazione della casta si autodifende". Lo ritiene un fatto gravissimo e perciò pretende chiarezza: "Questi si devono andare a nascondere in Kamchatka. I nomi vanno fatti, non c'è privacy quando si parla di soldi pubblici".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Yossi0

Lun, 10/08/2020 - 12:47

avevate dubbi sull'onestà intellettuale dei nostri "onorevoli" eletti dal popolo sovreno, e sotto l'indiscutibile tutela del'avvocato del popolo ? Eccovi serviti come da manuale !!! mica sarà la solita manina che aggiunge o cancella ?

Valangate

Lun, 10/08/2020 - 12:52

Primo problema: le leggi si fanno come si deve (ma certo, questo è un governo di incompententi). Secondo: se la legge lo prevede, perché questi non avrebbero dovuto prendere i 600 Euro? Chi li chiama furbetti, rischia la denuncia, hanno la legge dalla loro. Non facciamo socialismo da strapazzo! Si mandino piuttosto a casa gli incompetenti al governo che creano questi disastri.

Ritratto di Arminius

Arminius

Lun, 10/08/2020 - 13:00

Brutta gente.

Giorgio1952

Lun, 10/08/2020 - 13:08

"Nessuno dei nostri ha chiesto il bonus", sta a vedere che l?Inps glielo ha mandato "a loro insaputa", almeno la Pirovano consigliera comunale di Milano ha avuto il coraggio di denunciarsi anche se ha fatto un autogol clamoroso con la giustificazione "un reddito annuo dignitoso e nulla di più, come molti altri con un mutuo da pagare ed una figlia da crescere. "Addirittura ogni tanto mi piace uscire e durante le ferie andare in vacanza", aggiunge, per poi precisare che il lavoro da consigliere comunale "non mi garantisce né un’indennità né i contributi Inps".

Ritratto di PeccatoOriginale

PeccatoOriginale

Lun, 10/08/2020 - 13:10

Chi all'INPS ha sostenuto che i nomi non possano essere divulgati per questioni di privacy, deve essere ugualmente sanzionato, per incompetenza o malafede. E` di "interesse pubblico" (legge sulla Privacy art 6.1.e) che i nomi vengano divulgati.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 10/08/2020 - 13:17

Non facciamoci illusioni:dagli arenili italiani sono già scomparsi quintali di sabbia che stanno portando a Montecitorio.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 10/08/2020 - 13:19

Bruttura tutta italiana. Non sono stati solo i 5 deputati ad averne usufruito ma a trarre vantaggi sarebbero stati anche circa 2 mila figure politiche tra assessori regionali, consiglieri regionali e comunali, governatori e sindaci:gravità allucinante. Tridico cosa ne pensa? Se avessero messi dei paletti di reddito tutto questo si sarebbe potuto evitare. Della serie, prima scappano i buoi e poi chiudono i recinti.

Helter_Skelter

Lun, 10/08/2020 - 13:25

Se al posto dei 3 leghisti c'erano 3 del PD, Salvini avrebbe detto di tutto facendoli linciare sulla piazza pubblica virtuale dai suoi squadroni di infervorati. Conte invece con classe e garbo si astiene dalla polemica. Salvini non è nemmeno degno di fargli da cameriere. E lo sa ed il senso di inferiorità è palese.

moichiodi

Lun, 10/08/2020 - 13:29

Il giornale prende per io fondelli. Giallo, nessuno ha chiesto. Se nessuno ha chiesto nessuno ha dato. Quindi una domanda c’è stata. Ovviamente a loro insaputa!

jaguar

Lun, 10/08/2020 - 13:32

Già che ci sono, facciano anche i nomi e cognomi di chi percepisce il reddito di cittadinanza o chi percepisce l'invalidità senza averne diritto. A confronto i deputati "incriminati" sono dei santi.

ST6

Lun, 10/08/2020 - 13:35

L'INPS dice niente nomi è questione di privacy. Ma i nomi non sono importanti: le DIMISSIONI IMMEDIATE LO SONO. PUNTO

Giorgio5819

Lun, 10/08/2020 - 13:37

Ennesima dimostrazione di incapacità di un grumo di comunisti a capo dell'INPS... soggetti senza senso che occupano posti vitali per la Società Italia. Vergogna rossa.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 10/08/2020 - 13:37

Helter_Skelter Lun, 10/08/2020 - 13:25 Non dica fesserie,la dentro ci sono tutti con le mani nella marmellata,non si salvano nemmeno i suoi amati del pd che continuano a sperperare denaro pubblico a più non posso. Purtroppo la Corte dei Conti la vedo complice riguardo agli sprechi di denaro ed il silenzio è già una risposta in merito.

ST6

Lun, 10/08/2020 - 13:38

E Salvini s'è già rimangiato le subito sbandierate dimissioni. Che uomo piccolo piccolo che è

AntonioLatela

Lun, 10/08/2020 - 13:51

Vergognosa questa vicenda ! Vergogna assoluta, senza se e senza ma ! Però.........Un filtro per erogare questi contributi serviva davvero ! E come si sanzionano e denunziano i furbetti del reddito di cittadinanza ( che magari arrotondano il magro contributo con qualche lavoro “in nero” e per necessità; ma questa non è una giustificazione valida: la norma lo proibisce) così dovrebbero sanzionare i ricchi furbetti, rappresentanti delle pubbliche istituzioni ( se la norma lo prevede : ma sembra di no ! ) Assurdo ! E poi si parla di rinnovamento della politica e dei politici . W la prima Repubblica !!!

EliSerena

Lun, 10/08/2020 - 13:51

Più trasparente di così Rosato non poteva essere . Se vuole i nomi significa che qualche certezza l'abbia. Poi non ha detto nessuno dei nostri ha preso ma correttamente a noi non risulta. Comunque queste persone non sono minorenni. Si faccini subito i nomi.

BEPPONE50

Lun, 10/08/2020 - 14:01

Se e Vero siamo proprio una bella nazione oltre a questo nessuno ne parla molto ci sono 2600 tra partite iva e AZIENDE che hanno beneficiato del bonus e della CASSA INTEGRAZIONE che non avevono diritto Inoltre piugrave ancora Ivari Titolari di Aziende prendevono la Cassa e FACEVANO LAVORARE IDIPENDENTi ed hanno il coraggio di andare in TV a LAMENTARSI io gli toglierei subito LA LICENZA pre 30 giorni

fabioerre64

Lun, 10/08/2020 - 14:05

Chi fa politica ed è stato eletto parlamentare in precedenza aveva un altro lavoro, supponiamo che un titolare di partita IVA avesse un'attività in proprio o in compatercipazione, questa attività a seguito del COVID deve chiudere o comunque subisce un notevole danno a livello di entrate, non è che l'onorevole sia obbligato a metterci i suoi soldi, derivanti dall'attività di parlamentare, soprattutto se questa attività non è sua al 100%. Ciò per dire che prima di gridare allo scandalo bisogna sentire come sono andate le cose. Moralmente i 5 parlamentari non si sono comportati per niente bene, personalmente non lo avrei fatto, ma diciamo che in politica ne abbiamo viste di MOLTO peggio, questi in sostanza si sono attenuti alla Legge, Legge che fa acqua da tutte le parti.

steluc

Lun, 10/08/2020 - 14:08

St6. Che c’entra Salvini? La legge scema l’han fatta i tuoi , e chi ne ha usufruito moralmente sarà attaccabile, legalmente manco per sto cavolo, del resto spopolano finti invalidi forestali a pioggia ,104 come piovesse, sommerso a randa al sud, baby pensionati, sindacalisti distaccati a vita....lo stato moloch sinistrorso è servito.E fallito, non si poteva , anche in passato, opporsi a pci e Cgil

Helter_Skelter

Lun, 10/08/2020 - 14:12

@Giualnord: le fesserie le dice lei in abbondanza, basta vedere i suoi commenti. Non ha nemmeno capito il senso del mio commento. Rispiego: a parti invertite Salvini avrebbe montato su una polemica a non finire. Guarda la differenza con Conte che non entra nel chiacchiericcio politico. La classe non è acqua. Salvini classe non ne ha come i suoi commenti.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 10/08/2020 - 14:25

Dunque la svolta starebbe in una dichiarazione firmata di rinuncia alla privacy? E secondo voi i parlamentari la firmerebbero? Cioè gli viene chiesto pubblicamente di autoevirarsi? Ma dai,non scherziamo,conoscendo la (poca) dignità che hanno.

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Lun, 10/08/2020 - 14:27

PIÙ' CHE FURBETTI DIREI ACCATTONI, COMUNQUE NON HANNO COMMESSO NESSUN REATO, SCRIVANO MEGLIO LEGGI E DECRETI QUESTO GOVERNO DI INCOMPETENTI BASTA INSERIRE LA CLAUSOLA CUMULABILE O NON CUMULABILE CON ALTRI REDDITI

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 10/08/2020 - 14:42

Helter_Skelter Lun, 10/08/2020 - 14:12 Se lei non pensa e scrive fesserie,poco ci manca...veda lo sperpero di denaro pubblico che sta elargendo il vostro attuale governo con le task force e i banchi con le rotelle:più fesserie di queste!

Duka

Lun, 10/08/2020 - 14:43

Ancora mi chiedo se esiste un PRESIDENTE e che cosa fa?

Valvo Vittorio

Lun, 10/08/2020 - 15:07

Credo che si vada avanti fra asserzioni e smentite, mi pare un gioco per nulla esaltante!

Helter_Skelter

Lun, 10/08/2020 - 15:23

@giualnord: è evidente che lei abbia difficoltà a capire il senso dello scoop del Giornale. Non è una notizia sullo spreco di soldi pubblici, pratica che va avanti da decenni con governi di tutti i colori politici. La notizia è sul fatto che 5 deputati, che godono di uno stipendio generoso, abbiano beneficiato di un bonus previsto per chi ha avuto danni alla propria attività causa Covid. L'altra notizia è che ben 3 su 5 sono della Lega. Un danno d'immagine incalcolabile per la Lega e per la politica in generale, con un referendum sulla riduzione dei parlamentari a breve. Aggiungi anche la lotta interna tra Zaia e Salvini.

Ritratto di Arminius

Arminius

Lun, 10/08/2020 - 15:27

Togli di mezzo lo Stato, dunque le tasse, e vedi che nessuno ha bisogno dei "bonus".

Duka

Lun, 10/08/2020 - 15:51

Ancora mi chiedo se esiste un PRESIDENTE , se si che cosa fa?

lorenzovan

Lun, 10/08/2020 - 17:15

stranamente il felpone OGGI non trombetta

Ritratto di faman

faman

Lun, 10/08/2020 - 19:07

Valangate-Lun, 10/08/2020 - 12:52: non sono "furbetti" ma volgari approfittatori, indegni di sedere in Parlamento e indegni a rappresentare chiunqe. D'accordo che la legge è confusa, ma non dovevano nemmeno pensare di approfittarne.

Ritratto di faman

faman

Lun, 10/08/2020 - 19:14

giùalnord-Lun, 10/08/2020 - 14:42: lei sta deviando il discorso su un altro argomento, qui non si parla di sperpero di denaro pubblico (ce ne sarebbe da dire), ma di un episodio vergognoso e squallido che coinvolge persone indegne di rappresentare in Parlamento chiunque.

Ritratto di faman

faman

Lun, 10/08/2020 - 19:17

steluc-Lun, 10/08/2020 - 14:08: che c'entra Salvini? se fossero stati coinvolti 3 del PD starebbe già cavalcando la tigre e strombazzando ai quattro venti.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 10/08/2020 - 19:41

Helter_Skelter Lun, 10/08/2020 - 15:23 Io le continuo a ripetere che le mani nella marmellata se le sporcano tutti una volta approdati a palazzo Chigi,chi di destra chi di sinistra o chi di centro. Quello che sto cercando di farle capire è che se si fossero adottati tutti i criteri affinché il bonus di 600 euro non fosse arrivato nelle tasche di tutti i parlamentari in questione a quest'ora avremmo parlato di altro. Salvini ha fatto bene a chiedere i nomi dei parlamentari,anche dei leghisti,così saranno considerate mele marce e messi da parte.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 10/08/2020 - 19:49

faman Lun, 10/08/2020 - 19:14 Non sto deviando nessun discorso;come ho già risposto a Helter_Skelter le mani nella marmellata le mettono tutti,destra,sinistra o centro che sia. Quello che voglio dire è che se a monte i parlamentari avessero usato i paletti giusti per evitare che accadesse ciò che è accaduto,tutto questo schifo non ci sarebbe stato e dall'Inps non si sarebbe posto il problema di svergognare le persone ignobili di cui lei parla; su questo le do assolutamente ragione,anche se sono leghisti o fratelli d'Italia. Il problema è che oltre ai parlamentari ci sono migliaia di operatori della pubblica amministrazione e privata che hanno fatto la stessa cosa e la cosa è davvero vergognosa. Il fatto che i soldi pubblici vengono usati o per la c.i.g o per comprare i monopattini,o per i banchi con le rotelle è un altro aspetto non troppo diverso dai 600 euro di bonus di cig e questo è uno spreco inutile di denaro pubblico.