Pelle, così la curi con le maschere naturali

Ogni diversa tipologia di cute ha le sue esigenze. Affidarsi alla natura per soddisfarle tutte è sempre una buona idea

Mista, grassa, sensibile: a ogni pelle la sua maschera naturale

Esiste una maschera per le esigenze di ogni pelle, che sia grassa, mista o sensibile poco importa. Questo trattamento cosmetico, tra i più amati ed usati dalle donne, è in grado di donare alla cute ciò di cui ha bisogno.

La storia delle maschere per il viso affonda le radici nell'antichità. Basti pensare, ad esempio, che a prepararle erano già gli antichi romani. La loro "skincare" era basata su ingredienti naturali. Il burro, ad esempio, serviva per contrastare l'acne, le lenticchie per schiarire le macchie; si sfruttava anche l'effetto sbiancante e cicatrizzante del cumino e del bicarbonato di sodio.

Figura ammaliante e misteriosa, Cleopatra aveva molti segreti di bellezza. Tra questi, oltre al famoso bagno giornaliero nel latte di capra, vi era quello di dormire con una maschera d'oro sul viso e di sciacquarla con aceto di sidro di miele. Nel 1600 la pelle candida era considerata segno di appartenenza alla nobiltà. Ecco spiegato il motivo per cui la regina Elisabetta e la sua corte si spalmavano sul viso maschere derivate da miscele di piombo e di aceto. L'ascesa delle maschere comincerà nel 1900 e culminerà nel 1950 quando ci si ispirava alle dive di Hollywood per prendersi cura di sé.

La maschera fai da te per la pelle sensibile

La pelle sensibile la si riconosce facilmente per via della desquamazione, del prurito e del pizzicore. Tutte queste sensazioni si concentrano in particolar modo a livello di fronte, occhi, mento, labbra e regione naso-labiale. Varie sono le cause di questa sensibilità, dall'ereditarietà ai fattori climatici; a questi si aggiunge poi lo stress e un regime alimentare squilibrato. Non deve essere dimenticato l'uso di cosmetici aggressivi che attaccano e alterano la barriera cutanea. Spesso a questa tipologia di cute si associano patologie cutanee come la couperose, la dermatite atopica e l'eritema.

La parola d'ordine per la pelle sensibile è solo una: lenire. A tal proposito, la natura offre un rimedio tanto antico quanto prezioso, ovvero la camomilla. Le sue virtù calmanti e antinfiammatorie possono essere sfruttate assieme a quelle dell'aloe vera per preparare una maschera semplice, ma al tempo stesso efficace. È possibile applicarla anche due volte a settimana.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di fiori di camomilla;
  • 2 cucchiai di gel di aloe vera;
  • 2 cucchiai di infuso di camomilla concentrato;
  • 2 cucchiai di argilla bianca.

Dopo aver pestato i fiori di camomilla, questi vanno uniti al gel di aloe vera e all'argilla bianca. Ad amalgamare gli ingredienti ci pensa l'infuso di camomilla. Il composto deve essere tenuto sul viso per 30 minuti.

La maschera fai da te per la pelle secca

La pelle secca ha delle caratteristiche inconfondibili. Al tatto e alla vista appare ruvida, desquamata e tesa. Spesso si arrossa e prude ed è maggiormente predisposta alla formazione di rughe e segni d'espressione. La secchezza può essere esasperata da alcuni fattori, tra cui: gli sbalzi termici, i cambi di stagione, l'esposizione al sole senza l'applicazione della giusta protezione. Ancora i lavaggi frequenti con prodotti non delicati che lavano via i naturali lipidi della cute, il conseguente risciacquo con acqua calda, gli squilibri ormonali e un insufficiente apporto di acqua.

La pelle secca ha bisogno di essere nutrita. Per questo può trarre beneficio da una maschera fai da te a base di olio di oliva e di miele. L'olio di oliva è un ottimo emolliente, nutre la cute in profondità e ne regola il sistema di idratazione naturale. Il miele ha proprietà antibatteriche, nutrienti, antiossidanti e favorisce la produzione di collagene.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di olio di oliva;
  • 2 cucchiai di miele;

Unire i due ingredienti in una ciotola e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo da tenere in posa sulla pelle leggermente umida per 15 minuti.

La maschera fai da te per la pelle grassa

Chi ha la pelle grassa lamenta un colorito spento e la presenza di pori dilatati, spesso accompagnati da lesioni acneiche fresche o da vecchie cicatrici. A livello dei follicoli piliferi, l'iperproduzione di sebo è dovuta a una concentrazione elevata dell'enzima 5-alfa Reduttasi. A livello ormonale, invece, l'untuosità è la conseguenza di un eccesso di corticosteroidi surrenalici cortisolo e di progesterone.

Esistono, poi, altri fattori predisponenti, tra cui la sindrome dell'ovaio policistico, una dieta ricca di grassi, l'assunzione di cortisonici e di steroidi anabolizzanti. Come sempre, sotto la lente di ingrandimento finisce la scorretta skincare. Non si devono, infatti, usare detergenti con tensioattivi aggressivi (SLS, SLES) e creme comedogeniche.

L'obiettivo essenziale per la pelle grassa è: purificazione. Punti neri, brufoli e imperfezioni varie possono essere contrastate con una maschera al tè verde, argilla bianca e pompelmo. Grazie alle sue proprietà astringenti e alla presenza di catechine, il tè verde riduce i pori, i rossori e le infiammazioni acneiche. Le catechine, inoltre, aiutano a regolare gli squilibri ormonali responsabili dell'acne.

Ingredienti

  • 3 cucchiai di infuso di tè verde;
  • 2 cucchiai di argilla bianca;
  • 2 cucchiai di succo di pompelmo.

Unire e mescolare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo che andrà tenuto in posa per dieci minuti e risciacquato con acqua tiepida.

La maschera fai da te per la pelle mista

La pelle mista è caratterizzata da un'alternanza di aree secche e aree grasse. In particolare l'untuosità si concentra nella zona T, ovvero fronte, naso e mento. La secchezza, invece, è presente nella zona del contorno occhi, sulle guance, lungo i bordi del viso e agli angoli del naso. Quali sono le cause di questa tipologia di cute? La più frequente è la predisposizione genetica, seguita da un'alterazione in eccesso o in difetto dell'enzima 5-alfa Reduttasi. Da non dimenticare, anche in questo caso, l'uso di cosmetici che aggrediscono il naturale film idrolipidico dell'epidermide e l'eccesso di detersione che, al contrario di ciò che si crede, incrementa la produzione di sebo.

La pelle mista deve essere riequilibrata e a tal fine è utile una maschera naturale alla lavanda, farina di riso, miele e gel d'aloe. Ricchi di proprietà antibatteriche e antinfiammatorie, i fiori della lavanda riducono le imperfezioni delle aree maggiormente untuose, ma al tempo stesso leniscono e idratano senza appesantire le zone più secche.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di fiori di lavanda;
  • 2 cucchiai di farina di riso;
  • 1 cucchiaio di miele;
  • 2 cucchiai di gel d'aloe.

Dopo aver pestato i fiori di lavanda, aggiungere la farina di riso e diluire il tutto con il miele e il gel di aloe. Il composto va lasciato in posa per 15 minuti e risciacquato con acqua tiepida.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti