Emma Stone, dagli attacchi di panico al cinema

Prima del successo, Emma Stone ha trascorso un'infanzia e un'adolescenza in preda agli attacchi di panico: terapia e recitazione sono state per lei la chiave

Emma Stone - Lo scemo del villaggio

Tutti sappiamo quanto possa essere difficile il periodo dell’infanzia, in cui tutto appare più grande di noi, in cui ci si sente spesso fuori luogo e in cui le paure e le ansie a volte prendono il sopravvento. È il caso del premio Oscar Emma Stone.

All’età di sette anni subisce un vero e proprio trauma trovandosi in mezzo a un incendio scoppiato a casa di una sua amichetta. Prendono fuoco il letto, le sedie, le tende, le coperte, i giocattoli, insomma tutta la casa, ma lei si salva, fortunatamente, grazie al fatto che l’incendio non è reale, ma è solo nella sua testa. Tutto ciò che appare reale per Emma è, in realtà, frutto del suo primo attacco d’ansia.

Nasce nel 1988 in Arizona, Stati Uniti. Il periodo della scuola elementare è difficile, spesso si trova in infermeria in attesa che la madre vada a recuperarla per dei forti mal di pancia e inoltre subisce l’imbarazzo nei confronti della classe, si sente giudicata e non capisce cosa le succede, fino a quando un medico le diagnostica questi attacchi di panico.

Le difficoltà sono parecchie, la portano a una vita limitata: esce poco, evita i luoghi troppo affollati, viaggia di rado e non guida l’auto. Emma comunque è una ragazza forte e cerca di affrontare il problema sia con uno psicoterapeuta sia basandosi sulle proprie forze e sui propri interessi, e questo fa sì che possa trovare qualcosa che l'aiuti: la recitazione.

E proprio la passione per il teatro e il cinema la portano a trasferirsi, a quindici anni, con la madre a Los Angeles. Da subito inizia a lavorare in alcune serie televisive, poi in alcuni importanti film, fino a essere presente in un paio di episodi di Spider Man e poi raggiungere nel 2017 l’Oscar come migliore attrice per il musical La La Land.

La rivista Forbes nello stesso anno la indica come l’attrice più pagata del 2017 con la modesta cifra di ventisei milioni di dollari di cachet. Insomma con un po’ di lavoro, pazienza e buona volontà, Emma Stone ha cambiato la propria vita.

Un consiglio di questa meravigliosa guerriera:

Trovare quella cosa dentro di te da cui sei fortemente attratto.

E anche questa volta abbiamo conosciuto chi da ragazzina era considerata la "scema del villaggio", ma da grande è diventata un "genio del mondo".

Commenti