"Ho scoperto il tumore mentre cercavo un figlio"

La modella venezuelana ha raccontato della sua malattia. Tra lacrime e sorrisi ha svelato di avere scoperto il male mentre cercava di avere un bambino con la fecondazione assistita

"Ho scoperto il tumore mentre cercavo un figlio": il dramma di Carolina Marconi

"Io non ho tempo per avere un tumore, perché io devo fare un figlio". Sono state queste le prime parole pronunciate da Carolina Marconi dopo avere scoperto di avere un tumore maligno al seno. Parole di rifiuto per una sentenza che nessuno vorrebbe sentire a 43 anni. Invece quel giorno è cominciata la sua battaglia più difficile, la lotta contro un male che la modella ha raccontato tra sorrisi e lacrime nell'ultima puntata di Verissimo.

Il prossimo 10 novembre Carolina Marconi si sottoporrà alla sua ultima chemioterapia. "Farò una di quelle feste...", ha scherzato la venezuelana, prima di ripercorrere insieme a Silvia Toffanin le tappe più importanti del dramma, che sta vivendo da mesi. È stato il suo sogno di diventare mamma a farle scoprire il tumore: "Un anno e mezzo fa, io e Alessandro abbiamo deciso di avere un bambino. Ma non arrivava così abbiamo intrapreso il percorso della fecondazione assistita. Mi sono sottoposta a una serie di esami e a una mammografia, che non facevo da alcuni anni. Il dottore mi ha trovato un piccolo nodulo e una protesi rotta". Secondo il medico, il nodulo però era così piccolo da non preoccupare. Ma dalla risonanza magnetica e dall'esame istologico è risultato un tumore piccolissimo, ma molto aggressivo.

"Quando mi hanno comunicato del tumore, vedendo la faccia dei medici, sono scappata dalla clinica - ha svelato tra le lacrime Carolina Marconi - mi sono rifugiata nel bar dell'ospedale per piangere. Non lo volevo accettare, è stato come un fulmine che mi ha trafitto nello stomaco. Perché mi mancava solo quell'esame per realizzare il mio sogno e pensare al bambino". Il dolore, la paura e la rabbia, però, non le hanno impedito di iniziare il suo percorso verso la guarigione. L'ex gieffina, diventata famosa grazie alla partecipazione al Grande Fratello nel 2004, si è sottoposta all'intervento per rimuovere il tumore e ricostruire il seno: "Ho avuto paura di non risvegliarmi dall'anestesia così ho scritto a tutti i miei amici un messaggio per dire che gli volevo bene. In tutto questo, il giorno prima dell'operazione mia madre ha scoperto di avere anche lei un tumore alla tiroide".

La speranza di Carolina che il tumore fosse benigno si è però infranta con l'esame istologico, che ha dato l'esito più temuto: tumore maligno nella forma più aggressiva. Durante l'intervista a Verissimo l'emozione ha travolto la modella in più di un'occasione. A commuoverla è stato soprattutto il ricordo del padre, scomparso alcuni anni fa: "Mi manca tanto. Lui mi ha insegnato che tutto si risolve e si combatte". E Carolina ha cominciato a combattere, scacciando la paura iniziale e reagendo con coraggio e dignità alla malattia: "Ora ho una carica e una forza che solo noi donne sappiamo. Nemmeno io sapevo di essere così forte". La modella ha affrontato i lunghi cicli di chemioterapia mostrandosi sorridente sui social network, dove l'affetto dei fan l'ha travolta: "Non devo dimostrare niente, ma non voglio deprimermi e passare le giornate a letto. La parrucca? Adesso sono pelatina e mi piaccio. L'importante è quello che ho dentro. Ho capito chi mi vuole bene".

Accanto a lei oggi c'è il fidanzato Alessandro, al quale è legata da nove anni e con il quale sogna una famiglia e un figlio. "L'equilibrio della nostra coppia non si è rovinato. Lui è un dono di Dio, non mi ha abbandonata. Il nostro amore si è rafforzato". La malattia non ha scalfito il loro amore, che oggi la aiuta ad affrontare il male con più serenità, sognando di andare all'altare.

Commenti