Eva Grimaldi: "Tra me e Garko tutto costruito a tavolino ma ci avrei fatto un figlio"

Eva Grimaldi si è confessata in esclusiva al settimanale Chi, rivelando i retroscena del suo amore platonico con Gabriel Garko

Eva Grimaldi: "Tra me e Garko tutto costruito a tavolino ma ci avrei fatto un figlio"

Il sistema si sta lentamente sgretolando sotto il peso della verità dei suoi protagonisti. Dopo il sentito coming-out di Gabriel Garko, che dopo 48 anni ha trovato la forza di confessare al mondo di essere gay, è stato aperto un vaso di Pandora sul mondo dello spettacolo. Nulla di nuovo, i finti scoop creati a tavolini per la promozione dei personaggi sono sempre esistiti, in Italia come all'estero. Da Hollywood a Cinecittà, a partire dagli anni Sessanta gli uffici stampa e l'entourage dei vip in molti casi ha costruito situazioni a uso e consumo della stampa, con foto e situazioni ad hoc che sono serviti per lanciare nuovi volti nel patinato mondo dello spettacolo. La confessione di Gabriel Garko ha di fatto sollevato il sipario sulla sua vita reale, nella quale non ha mai davvero avuto una relazione con Eva Grimaldi e con Adua Del Vesco, tra le altre. Dopo l'intervista a Verissimo dell'attore, la Grimaldi ha deciso di parlare in esclusiva al settimanale Chi.

"La nostra storia è stata creata a tavolino quattordici anni fa. Non c'è mai stato sesso, lui aveva bisogno di me e io l'ho sempre protetto. Ma c'è un amore profondo che ci lega, ancora oggi, e che va al di là della sfera fisica", ha confessato Eva Grimaldi, oggi felicemente sposata con Imma Battaglia dopo aver rivelato il suo orientamento sessuale. Erano una delle coppie più invidiate, più amate. Erano belli, bellissimi. Forse troppo belli insieme per pensare che tra loro potesse esserci solo un amore platonico, più un affetto, dettato dall'orientamento sessuale dei due. Sui red carpet dei principali eventi italiani sono sempre stati la coppia più fotografata ma solo loro e pochi altri potevano sapere cosa si nascondeva dietro le maschere sorridenti e sfacciatamente felici mostrate in pubblico.

Mancava solo il sesso alla loro relazione, lo stesso ha detto Gabriel Garko a Silvia Toffanin. Entrambi hanno dichiarato che sì, in passato si sarebbero potuti anche sposare nonostante tra loro non ci fosse un amore fisico ma qualcosa di più elevato ed etereo. Ed Eva Grimaldi, nella sua intervista al settimanale Chi, si sbilancia: "Lo avrei addirittura sposato o ci avrei fatto un figlio". Se avesero deciso di fare quel passo e di non gettare mai via la maschera, nessuno avrebbe mai potuto sospettare che a legarli c'era un sentimento fortissimo che nulla aveva a che fare con l'amore, nel senso più erotico del termine. "I suoi pianti in tv di questi giorni? Sono solo il risultato delle sofferenze represse di una vita", ha detto Eva Grimaldi, che forse conosce Garko più di chiunque altro e che in queste settimane, dal coming out al Grande Fratello Vip fino alle rivelazioni definitive di Verissimo, non lo ha mai lasciato solo.

Di sofferenze ne ha passate anche Eva Grimaldi nella sua vita, fin da quando decise che "da grande" avrebbe voluto fare l'attrice. Ha faticato tanto per riuscirci, si è "sporcata le mani" e ha sbagliato. Il suo passato è segnato da alcuni passi falsi che oggi non rinnega e che, anzi, ha voglia di condividere con il suo pubblico: "Ho sempre desiderato fare l'attrice e ho fatto di tutto per realizzare il mio sogno. Ho iniziato a frequentare brutti giri a Roma e assumevo anfetamine per restare magra, non mangiavo e non dormivo praticamente più e mi sono rifatta il seno otto volte. Ero dislessica e un po' balbuziente, ma ero talmente bella che nessuno ci ha mai fatto troppo caso".

Commenti