Cultura e Spettacoli

Gf Vip, provvedimenti dopo il caso Bellavia: squalificata Ginevra Lamborghini, fuori Ciacci

L'ultima diretta del Grande fratello vip ha trattato principalmente la storia di Marco Bellavia e dell'egoismo mostrato dalla maggior parte dei concorrenti del reality nei suoi confronti. E i provvedimenti disciplinari sono stati inevitabili

Gf Vip, provvedimenti dopo il caso Bellavia. Squalificata Ginevra Lamborghini, fuori Ciacci

Dopo l'abbandono di Marco Bellavia il pubblico del Grande fratello vip si aspettava provvedimenti seri nei confronti dei gieffini, che hanno bullizzato e isolato il conduttore. E questi non sono tardati a arrivare. Nell'ultima diretta del reality Alfonso Signorini ha ripercorso la difficile settimana vissuta nella casa da Marco e dal resto dei concorrenti. Una pagina di brutta televisione, che ha portato a una serie di provvedimenti importanti come la squalifica di Ginevra Lamborghini.

Il monologo di Alfonso Signorini

"Non è una puntata facile", ha esordito Alfonso Signorini subito dopo la sigla, introducendo immediatamente l'argomento principale della serata: l'abbandono di Marco Bellavia, colpito da una profonda crisi psicologica e poi bullizzato e emarginato dalla maggior parte dei concorrenti. "L'uscita di Marco non è come tutte le altre", ha chiarito il conduttore, scusandosi per l'orrenda pagina di televisione andata in onda nelle ultime settimane. Signorini ha poi ammesso le sue colpe ("Non me ne sono accorto. Non ho intravisto nulla in lui nei provini e di questo mi scuso") e quelle dello staff ("Non hanno riconosciuto la sua situazione da un punto di vista medico").

Signorini si è poi preso la colpa di avere inserito Marco nel programma che "involontariamente ha acuito il suo disagio". Il conduttore ha speso parole toccanti per Marco, mentre ha duramente criticato i gieffini: "Marco ha manifestato nella Casa un disagio, una fragilità psicologica che si è andata aggravando che ci ha colti alla sprovvista. E la cosa peggiore è che nessuno ha empatizzato con lui, ma lo avete solo isolato e bullizzato".

Le immagini strazianti del dolore di Marco Bellavia

Il conduttore ha chiarito che Marco Bellavia non sta vivendo un momento felice anche se fuori dalla Casa e che per questo non potrà essere in studio. "Ma il dolore di Marco è il dolore di tutti", ha detto Signorini, che ha chiarito l'intenzione di non volere fare tribunali sommari ai gieffini. Ma di dovere comunque prendere una posizione netta contro l'atteggiamento egoistico del gruppo. Poi ha mandato in onda le drammatiche immagini dei giorni di sofferenza estrema vissuti da Marco, oppresso da ansie e paure e isolato dalla maggior parte dei coinquilini. Il pianto disperato la notte da solo nel letto. Lo sconforto sdraiato a terra, ignorato da Ciacci e Alberto. Le richieste di aiuto rimaste inascoltate. Fino al confessionale finale, dove è crollato in lacrime: "Non ce la faccio. Stare qua dentro mi crea dei mostri dentro, angosce, ansie. Sono cotto, me ne andrei. Con tutto il rispetto per il programma e voi". Spezzoni di una dramma consumatosi all'interno della Casa per giorni nell'indifferenza dei più.

La figuraccia di Ciacci

Mentre molti gieffini hanno scelto di rimanere in silenzio per non aggravare la loro posizione, Giovanni Ciacci ha tentato comunque di giustificare il suo atteggiamento ostile e negativo nei confronti di Marco Bellavia, con il quale aveva avuto un duro scontro subito dopo la puntata di giovedì scorso. "Non si era capito il suo disagio" si è arrampicato sugli specchi Ciacci e in studio i fischi si sono fatti assordanti. Tanto da spingere Signorini a metterlo a tacere: "Giovanni non dire cazzate. Almeno dimmi: 'Mi sono sbagliato' e finiscila. Ti conviene stare in silenzio come dice Luca". Ma gli scivoloni hanno interessato anche Geggia che, dopo un'ora di riflettori puntati su egoismo, indifferenza, cattiverie e bullismo, durante il blocco pubblicitario delle 23 ha detto (pensando di non essere sentita dai microfoni): "Allora dovevamo tenercelo e sentire le cazzate che diceva e dirgli bravo tesoro, bravo". L'ennesima "cazzata", l'ha definita Signorini, il quale è passato ai fatti.

I provvedimenti

Quello che i telespettatori del Gf Vip attendevano con ansia, infatti, erano i provvedimenti disciplinari. Che sono arrivati forti e chiari. "È giusto che ognuno si assuma le proprie responsabilità per un comportamento orrendo, non perdonabile e egoistico", ha tuonato Signorini prima di chiamare in confessionale Ginevra Lamborghini e comunicarle la squalifica immediata. Sulle prime l'ereditiera si è scusata, ma poi è scoppiata in lacrime abbracciando i compagni di avventura. Ginevra si è pentita dell'affermazione sul bullismo giudicata "troppo grave e ingiustificabile" , ma che gli è costata comunque l'espulsione dal reality. Ma altri provvedimenti sono arrivati a ruota. Giovanni Ciacci, Geggia, Patrizia Rossetti e Elenoire Ferruzzi sono stati mandati al televoto flash, che ha portato all'uscita di Ciacci.

Commenti