I Maneskin zittiscono tutti. E si esibiscono con la canzone non censurata

Dopo il trionfo agli Eurovision la band è tornata sul palco dell’Ahoy Arena con l'ultima performance e ha scelto di interpretare la versione originale della loro canzone

I Maneskin zittiscono tutti. E si esibiscono con la canzone non censurata

Non potevano non farlo e infatti lo hanno fatto. I Maneskin hanno vinto gli Eurovision Song Contest e per festeggiare hanno deciso di cantare la versione non censurata di "Zitti e Buoni". Sarà la scusa per scatenare l'ennesima polemica contro il gruppo italiano vincitore dell'edizione 2021 della competizione svoltasi a Rotterdam? Chissà, intanto sul web il popolo dei social è senza freni.

I Maneskin partivano come grandi favoriti alla vittoria finale insieme a Francia e Malta. Per presentarsi alla competizione, però, erano stati costretti a modificare il testo del brano "Zitti e Buoni". Il regolamento degli Eurovision Song Contest, infatti, vieta l'uso di parolacce ed imprecazioni nei testi delle canzoni. Una censura che i Maneskin avevano accettato, ma non condiviso e lo avevano ammesso nel corso di un'intervista a Leggo alla vigilia della partenza per Rotterdam: "Quello delle parolacce potrebbero cambiarlo ma... non sta noi fare le regole ma mordendoci la lingua c'è sembrato intelligente accettare, il gioco vale la candela".

Loro "zitti e buoni" hanno cantato sul palco dell’Ahoy Arena sempre con la versione censurata, ma dopo la vittoria si sono voluti togliere un sassolino dalla scarpa. Tornato sul palco per ricevere il premio 2021 degli Eurovision Song Contest, il gruppo romano ha fatto l'ultima esibizione. Irriverenti e rock come solo loro sanno essere, i Maneskin hanno cantato la versione originale del brano senza censurare niente, dicendo basta al politicamente corretto e ottenendo l'appoggio dei fan da ogni parte del mondo: "Adoro il modo in cui Maneskin ha superato la barriera della censura nella performance finale e hanno detto "cazzo" e "coglioni" perché hanno vinto", "Meritatissima vittoria!!! W i #Maneskin che se ne sbattono della censura del testooooooo!".

Il dubbio su una possibile squalifica post gara, però, si è insinuato tra fan e sostenitori della band. Ma il regolamento degli Eurovision non parla di censura dopo la vittoria, come spiega un utente su Twitter: "Ci può essere una squalifica da parte dell'Eurovision ai Maneskin solo se cantavano la canzone senza censura prima del voto, quindi dopo non conta è inutile che i francesi si fanno le pippe mentali hanno perso, si gode". Con buona pace dei cugini d'oltralpe secondi (e di Malta) che nelle votazioni della giuria hanno assegnato ai Maneskin zero punti.

Commenti

Grazie per il tuo commento