Quelle parole del principe Carlo che fecero sprofondare Lady D nella bulimia

A distanza di tempo emergono nuovi dettagli sulla vita della principessa Diana vittima per anni della bulimia. A scatenare il suo disturbo sarebbe stata una frase pronunciata da Carlo alla vigilia delle nozze

"Furono gli stilisti ad accorgersi della bulimia della principessa Diana", così Diane Clehane ha raccontato come lo staff di Lady Diana si accorse del suo grave disturbo alimentare alla vigilia delle nozze con il principe Carlo. La scrittrice britannica, autrice del best seller "Diana: The secrets of her style", ha rievocato il drammatico episodio che segnò l'inizio della malattia della principessa, svelando quali parole pronunciate dal primogenito della regina furono in grado di far sprofondare Lady D nel baratro della bulimia.

Sulle pagine della rivista Best Life, Diane Clehane è tornata a parlare di uno degli episodi chiave della vita della principessa Diana, vittima per anni di un serio disturbo alimentare. Furono i designer Elizabeth e David Emmanuel a scoprire il problema di Diana, mentre realizzavano il ricercato vestito da sposa delle nozze reali più attese di sempre. "Oltre a far fronte all'ansia di creare un abito che sarebbe diventato parte della storia reale - racconta la scrittrice - gli Emmanuel hanno dovuto affrontare un problema molto più grave: la vita di Diana che si stava rapidamente restringendo".

Dalla prima prova dell'abito al giorno delle nozze Lady D perse, infatti, ben quattro taglie, dimagrendo in modo vistoso e repentino non solo per la pressione e l'ansia prematrimoniale. A scatenare la grave perdita di peso sarebbe stato un commento pronunciato dal principe Carlo durante la cerimonia di fidanzamento, ricorda la Clehane: "Charles aveva fatto un commento sbrigativo alla sua fidanzata. Quando le mise un braccio attorno alla vita per le fotografie ufficiali, disse che la futura moglie era "un po' cicciottella", scatenando gli attacchi cronici di bulimia nella giovane Spencer". Parole che suonarono come un monito per la principessa che, secondo i racconti dell'ultimo documentario a lei dedicato, avrebbe provato a suicidarsi in almeno quattro occasioni durante la vita coniugale con Carlo.

Non fu solo l'ansia prematrimoniale a mettere in crisi Lady D: "All'inizio delle prove per l'abito da sposa Diana era una taglia britannica 14 con una vita da 29 pollici; nel giorno del suo matrimonio, aveva una vita di 23 pollici e si era ridotta a una taglia 10". Una perdita di peso resa possibile solo dalla grave disturbo alimentare contro il quale la principessa dovette combattere per lungo tempo. "Aveva perso un sacco di peso e il suo corpo aveva subito cambiamenti piuttosto drastici. Era un problema, ma all'epoca pensavamo che fosse sempre più bella".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

AjejeBrazow

Sab, 01/08/2020 - 11:59

ecco l'ennesima prova della caltronaggine dei cosiddetti "giornalisti" italioti. Guardate che "bulimia" vuol dire esattamente il contrario cioè mangiare troppo ossessivamente.

aswini

Sab, 01/08/2020 - 12:20

AjejeBrazow se non sei del mestiere, informmati prima di dire castronerie, bulimma è si mangiare da strafoogarsi mai poi indurre il vomito, con le dita in gola, rimmane il fattoo che era una persona con problemmi psicologici già dall'indanxia faceva eglio a continuare il suo mestiere di maestra d'asilo

seccatissimo

Dom, 02/08/2020 - 17:15

La D.Spencer che, tra l'altro non mi è mai piaciuta, ormai è morta da parecchio tempo, direi proprio che è il caso di lasciarla finalmente in pace per sempre.

newman

Dom, 02/08/2020 - 17:21

Non trovo il commento scioccante. Quanti commenti simili si fanno in famiglia senza che il commentato vada in crisi di nervi. Sará stato un commento con una strizzatina d'occhio. Ci vuol ben altro per generare disturbi psichici. E ormai si sá quali problemi hanno distrutto la vita della sfortunata principessa.