Viareggio, 28 le vittime Trovati resti del disperso

Mauro Iacopini, 60 anni, è morto all'ospedale di Parma. La Scientifica conferma che il frammento osseo trovato tra le macerie appartiene ad Andrea Falorni, l'unico disperso

Viareggio, 28 le vittime 
Trovati resti del disperso

Viareggio - Sale a ventotto il bilancio delle vittime della strage di Viareggio del 20 giugno scorso. Mauro Iacopini, 60 anni, è morto oggi all’ospedale di Parma. Era ricoverato nella città emiliana in condizioni molto gravi a causa delle ustioni riportate. La moglie Emanuela Milazzo e la figlia Elena Iacopini erano già morte in seguito alla devastante esplosione.

I resti del disperso E' attribuibile ad Andrea Falorni, l’unico disperso della strage, il frammento osseo rinvenuto nelle macerie asportate da via Ponchielli. Lo ha reso noto in nottata il Commissariato di Viareggio. "La notizia - aggiunge la nota della polizia di Viareggio - è stata immediatamente comunicata al fratello, Silvano che ha nei giorni scorsi aveva seguito sul posto lo svolgimento delle ricerche. Nei prossimi giorni verranno effettuati ulteriori tentativi per ritrovare il corpo". Falorni, al momento dell’esplosione, stava portando fuori il cane mentre la moglie Maria Luisa Carmazzi, 49 anni, è deceduta tra le macerie del palazzo.

La conferma E' arrivata a seguito agli esami del Dna effettuati nei laboratori della polizia scientifica di Roma. I resti dell'uomo erano stati rinvenuti lo scorso 6 luglio. La polizia scientifica ha effettuato esami di comparazione del Dna ricavato dai resti con quello dei parenti di Falorni.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti