Il vicepresidente Beccalossi: «Chiesto a Bersani un provvedimento urgente»

«È assurdo e inammissibile rischiare di mandare in fumo una delle iniziative più intelligenti degli ultimi anni per un semplice cavillo burocratico». Lo ha detto Viviana Beccalossi, vice presidente della Regione Lombardia e assessore all'Agricoltura, dopo l'incontro avvenuto a Brescia con i rappresentanti dell'Associazione Regionale Allevatori della Lombardia (ARAL), relativamente al problema che ha portato al blocco dei distributori di latte crudo. Infatti, secondo la normativa vigente tali distributori, per essere pienamente a norma, devono essere soggetti alla procedura di piombatura dei contatori, come già avviene per altri distributori come, ad esempio, quelli della benzina.
«In qualità di assessore all'Agricoltura della Lombardia - spiega Beccalossi - ho deciso di firmare la petizione perché voglio ribadire ai produttori di latte della Lombardia, regione in cui si produce il 40% del totale nazionale, che siamo al loro fianco in questa battaglia. Ho già inviato una lettera al ministro Bersani per sensibilizzarlo sulla necessità di un provvedimento urgente».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento