L'errore sulle piste da sci: "Erano strapiene, virus preso sotto gamba"

Quei folli weekend in montagna: "Nessun ente aveva capito cosa stava succedendo. La gente ci rideva in faccia perché avevamo adottato misure di sicurezza"

Mentre l'Italia spera in un imminente ritorno alla normalità, si continua a lavorare anche per tentare di risalire alle principali cause dell'emergenza Coronavirus che si sta abbattendo sul nostro Paese. Il dito è puntato soprattutto contro quei weekend passati in montagna nella zona della Bergamasca, che risulta essere proprio la più colpita. Il primo positivo al Covid-19 a Colere, località sciistica nella Val di Scalve, è stato un maestro di sci. Proprio le stazioni di montagna sono viste come uno dei principali focolai. Pietro Orrù si ricorda bene quel sabato 7 marzo, alla vigilia della chiusura della Lombardia e di altre 14 province per tentare di contenere l'epidemia: "Code di auto, seconde case tutte aperte, sembrava Ferragosto. Il virus è stato preso sotto gamba, bisognava intervenire molto prima".

Il sindaco di Vilminore ha fatto sapere che già il 23 febbraio i primi cittadini erano stati convocati a Bergamo per affrontare l'emergenza: "A parte che eravamo in duecento, e chissà se qualche collega si è contagiato proprio lì, ma da quel momento si sono perse almeno due settimane". Lui si era informato tramite i carabinieri sulla possibilità di provvedere alla chiusura degli impianti, ma gli è stato riferito che "senza un grave motivo di sanità pubblica era impossibile".

"Nessuno ha capito"

A partire dai primi di marzo erano state adottate delle misure di sicurezza: cartelli, accessi divisi in corsie e distanze tra le persone. "Ma la gente ci rideva in faccia. Non avevamo l’autorità per far rispettare regole che nessuno prendeva seriamente", rinfaccia Roberto Meraviglia, amministratore delegato di Irta spa che gestisce il comprensorio Presolana-Monte Pora. Gli ha fatto eco Silvio Rossi, che gestisce gli impianti di Colere: "La verità è che nessun ente aveva capito cosa stava realmente succedendo. Gli impianti funiviari sono diventati un capro espiatorio, ma in quelle settimane c'è stato il Carnevale di Venezia e l'Atalanta ha giocato a San Siro...".

L'avvocato Benedetto Bonomo ha fatto notare che quei giorni erano una manna per gli impianti dopo anni di difficoltà: "Le giornate erano splendide, la neve incredibile". Come riportato dal Corriere della Sera, lo stesso ex sindaco di Colere due giorni fa ha presentato un esposto sui ritardi ad Alzano: "Il vero nodo è capire chi poteva dare agli amministratori o agli imprenditori un pezzo di carta su basi scientifiche per intervenire, e non lo ha fatto". Ezio Berera, responsabile marketing degli impianti di Foppolo-Carona, ha raccontato che quei fine settimana sulle piste da sci erano impossibili da gestire: "Per noi è stato un disastro economico, ma la salute viene prima di tutto, ci sono troppi morti anche qui in val Brembana. Era giusto chiudere almeno un mese prima".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

pv

Gio, 09/04/2020 - 10:54

Modello lombardo da esportare in tutto il mondo...

rasiera

Gio, 09/04/2020 - 10:58

Scusate, ma non c'erano sciatori solo sulle piste bergamasche. Non c'entra niente. Basta mettere una foto e tutti ci cascano, incredibile. Dove sarebbero gli sciatori contagiati e/o defunti? Come la storia della running e della maratona. Si svia dai veri centri di contagio, dalle vere responsabilità. 90 medici morti per covid, vogliamo continuare a guardare il dito anziché la luna?

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Gio, 09/04/2020 - 11:36

Il vero responsabile della tragedia mondiale è l'OMS, che per minimizzare la responsabilità della Cina ha nascosto la virulenza del virus. A ruota il mondo di sinistra, che per evitare accuse di razzismo ha fatto a gara per sbaciucchiarsi i Cinesi e i clandestini. La destra, infine, sulle false speranze infuse dall'OMS ha ritardato le chiusure per mantenere l'economia. Ora chi è rimasto e ha ancora soldi può comprarsi il petrolio che ha prezzi bassissimi, e quando il mondo riprenderà avrà un vantaggio economico: speriamo che lo spenda per il meglio.

maurizio-macold

Gio, 09/04/2020 - 11:43

Signor RASIERA (10:58), che il virus sia stato propagato dalla Lombardia al resto del nord ed in misura minore al centro sud Italia e' palese. E che a facilitare la propagazione del virus siano i contatti ravvicinati fra le persone e' altrettanto palese. La popolazione lombarda ha sottovalutato il pericolo, forse condizionata dall'avidita' di industriali e commercianti che hanno un solo Dio, il danaro. Se poi ci mettiamo gli avvenimenti sportivi (partita dell'Atalanta), i week end dei lombardi sulla neve, e l'impreparazione della politica (regionale e centrale) ad un evento mai verificatosi prima il quadro e' completo.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 09/04/2020 - 11:58

@pv - ringrazia che la tua regione non abbia avuto percentuali simili, con governo che inviava simil carta igienica al posto delle mascherine, alrtimenti avrest ipianto, eccome. Ma vo isinisrti oltre a fare i parassiti e gl isciacalli , cosa sapete fare d'alrto?

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Gio, 09/04/2020 - 12:01

Ormai i buoi sono scappati dalla stalla, vero Zingaretti?

cgf

Gio, 09/04/2020 - 12:39

@pv peccato che il weekend prima c'era anche il tuo amico Zinga a milano per essere sicuro di prendersi il vir.. pardon, di non perdere occasione per gettare menta sull'operato della Regione e dare del fascioleghista/terrorista/razzista a chiunque "impediva la gente di divertirsi".

magnum357

Gio, 09/04/2020 - 12:48

@maurizio-macold, mi spieghi che cosa c'entrano gli industriali ! Fin da metà gennaio il governo intero sapeva benissimo quale situazione ci fosse in Cina e da li' con i voli dei cinesi in Europa, era allora che doveva imporre subito provvedimenti appropriati invece di tenere la bocca cucita e far svolgere le elezioni regionali in Emilia e Calabria, sveglia !!!!!!

maurizio-macold

Gio, 09/04/2020 - 12:49

Signor Soloistic69 (12:01), sinteticamente ci puo' spiegare cosa c'entra Zingaretti con il corona virus?

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Gio, 09/04/2020 - 12:57

Soloistic69 cosa c...o c'entra Zingaretti per la mancata chiusura degli impianti ??,se lo può spiegare anche a noi...

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Gio, 09/04/2020 - 12:59

Pillola Rossa L'OMS non è COGENTE, le decisioni sono locali!

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Gio, 09/04/2020 - 13:19

magnum357 Elezioni regionali il 26 GENNAIO con milioni di Cinesi alle urne,..... ma che c...o scrive?

Gabriele184

Gio, 09/04/2020 - 13:19

Il problema non sono state le piste da sci, casomai tutta la "socialità" di contorno, ovvero rifugi super affollati e i ritrovi "apres ski"... Quel giorno sono stato in montagna, con le dovute precauzioni, stando a distanza da tutti e godendomi sole e neve eccezionali...

Ritratto di Mario96

Mario96

Gio, 09/04/2020 - 13:57

WjnnEx, maurizio-macold: Zingaretti fino al 27 febbraio (credo) appoggiava Il sindaco Sala contro le posizioni del governatore Fontana e stringendo le mani a tutti invitava gli Italiani a non cambiare le proprie abitudini. Dopo pochi giorni tutto è cambiato.... e ora si vuole fare dei capri espiatori con i sciatori solo perchè non sono stati sufficientemente reattivi nel recepire la giravolta politica. A me sembra semplicemente che il disorientamento degli italiani sia diretta conseguenza dell'incompetenza del governo e dei suoi sostenitori politici.

rasiera

Gio, 09/04/2020 - 14:24

Io non ci tengo ad avere ragione, chissene, il mio c/c rimane invariato. Ma gli sciatori in coda o nei tavoli all'aperto non rischiavano niente. È palese. Al chiuso direi di sì, se uno si fa il sabato pom/sera in giro, bar, ristorante, ecc…. Gli industriali o la popolazione lombarda non è diversa da quella veneta, sig macold 11:43, in Lombardia tutto quello che poteva andare storto è andato storto a livello ospedaliero.

magnum357

Gio, 09/04/2020 - 14:42

@WjnnEx, non hai capito nulla ! I cinesi arrivati in Italia direttamente o con voli indiretti potrebbero essere stati una causa di contagio pur magari essendo asintomatici visto quello che era successo a Wuhan; poi il paziente zero guarda caso non è stato mai trovato in Italia !! Conte, pur essendo stato informato di quella situazione non prese alcun provvedimento fino a fine febbraio e nel frattempo tutti i contagi vuoi dalla Germania vuoi qui in Italia sono poi esplosi e comunque gli Italiani dell'Emilia e della Calabria andarono a votare alle elezioni regionali, perchè il premier voleva fare bella figura....... hai capito ?

Ritratto di Mario96

Mario96

Gio, 09/04/2020 - 15:43

rasiera: probabilmente hai ragione.