Roma, nuovo sfregio: turista incide nome su muro in parco Colosseo

Per il turista, individuato grazie a una dipendente del Ministero dei Beni Culturali, una denuncia per danneggiamento al patrimonio storico ed archeologico

Ci risiamo, ecco un nuovo sfregio alle meraviglie archeologiche del nostro Paese, ancora una volta ad opera di un turista colto dall’irrefrenabile desiderio di apporre la propria firma sulle pietre dell’antica Roma.

Il colpevole è un inglese di 21 anni, colto sul fatto mentre incideva il suo nome tramite una pietra appuntita sul muro che delimita la via Sacra, all’interno dell’area archeologica del Colosseo. Nonostante abbi tentato di nascondersi tra i numerosi turisti presenti nella zona, il 21enne è stato sorpreso da una dipendente del Ministero dei Beni Culturali. La donna ha immediatamente denunciato l’accaduto ad una pattuglia del I gruppo “Ex Trevi”, che stava eseguendo un servizio di sorveglianza proprio nei pressi dell’antico Anfiteatro Flavio.

Colto in flagrante dagli agenti, il giovane ha tentato invano di liberarsi della pietra usata per l’incisione, nascondendola in una fessura del muro. La pietra è stata dunque sequestrata dai vigili e il turista, sprovvisto al momento del fermo dei documenti di identificazione, è stato condotto all’interno degli uffici di via della Greca. Insieme a lui anche i suoi familiari, coi quali si trovava in vacanza nel nostro Paese.

Dopo le operazioni di identificazione, il 21enne è stato denunciato dalla polizia locale di Roma Capitale. Per lui l’accusa di danneggiamento al patrimonio storico ed archeologico.

Commenti
Ritratto di Atomix49

Atomix49

Sab, 08/09/2018 - 18:52

Povera la mia adorata città. Uno stillicidio di offese. Poi questo ultimo è anche un cittadino inglese, uno di quelli che ci da dell' animal... Ma la cosa è generata moltissimo in questi ultimi anni. Io al Colosseo ci andavo quando facevo sega a scuola, niente transenne, niente di niente, potevi andare dove volevi e non ci passava neanche per l'anticamera del cervello di deturpare il patrimoni. Certo l'ixxxxxxxe è sempre esistito e la sua madre è costantemente incinta, ma la situazione attuale è inverosimile. Ci sono capitato per sbaglio con mia moglie e sono scappato via per i conati di vomito. IO sono rimasto alla Roma del 56 di Califano... sono legato a questa mia città in un modo viscerale e non la abbandonerò mai. Ma quella di ora non è più mia ma del primo fesso che la stupra pensando trattarsi di una messa in scena di Cinecittà, invece Roma è un teatro di posa a cielo aperto. Peccato, peccato davvero.

Adespota

Sab, 08/09/2018 - 19:11

Chissa' ! tra qualche centinaio di anni ( ammesso che Roma sopravviva) qualcuno si chiedera' di chi potesse essere quel nome scolpito nella pietra. Speriamo che capiscano che non apparteneva a qualcheduno che ha fatto la storia, ma solo ad un barbaro idiota del nuovo millennio.

Divoll

Sab, 08/09/2018 - 19:27

Maledetti esibizionisti

fifaus

Sab, 08/09/2018 - 19:31

e offrirgli un generoso bicchiere d'olio di ricino,no?...

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 08/09/2018 - 20:13

Quello che non fecero i vandali lo stanno facendo benissimo i deficienti dell'Era sedicente dei lumi e della scienza.