Dove, come e quando andare in vacanza non pensando al portafoglio

Andare in vacanza richiede tempo e denaro, ma con i giusti trucchi è possibile partire per un viaggio entusiasmante senza pensare al portafoglio: ecco come fare

Dove, come e quando andare in vacanza non pensando al portafoglio

Viaggiare è un modo per conoscere sé stessi uscendo dalla propria comfort zone. Tuttavia, non è facile organizzare una vacanza soddisfacente e, al contempo, poco dispendiosa. Spesso siamo costretti a depennare una destinazione dalla "lista dei desideri" perché fuori dalla nostra portata: a chi non è capitato di dover rinunciare a un viaggio per via del budget?

Talvolta commettiamo l'errore di scegliere una meta impraticabile per la nostra reale disponibilità economica ma, nella stragrande maggioranza dei casi, manchiamo solo di organizzazione e metodo. Con qualche piccolo espediente, e un po' di avvedutezza, si può pianificare una vacanza "salva tasche" lasciando (quasi) immacolato il saldo in banca.

La scelta della meta

A tutti piacerebbe "prendere e partire", un po' come accade nei film in cui il protagonista salta su un aereo ritrovandosi, dalla sera alla mattina, su un'isola esotica. Ma la vita reale è un'altra storia: ci sono le bollette da pagare e molte altre spese da pagare. Questa condizione - comune a tante persone - non comporta necessariamente delle rinunce. Per quanto possa sembrare un banalità, molto dipende dalla scelta della meta di viaggio.

Ecco come fare per scegliere una destinazione a misura del vostro portafoglio:

  • Puntare a una località non turistica. L'equazione è semplice: meno turisti, più risparmio. È molto probabile che se deciderete di visitare una città fuori dal "range turistico", il costo complessivo del soggiorno sarà quasi irrisorio;
  • Evitare le mete esotiche. Una vacanza alle Maldive o sull'isola di Phuket è il sogno di chiunque. Ma se avete contezza della vostra reale disponibilità economica, e soprattutto siete in cerca di una destinazione accessibile per le vostre tasche, accantonate cartoline di palme e spiagge bianche;
  • Cercare soluzioni di prossimità. Se avete intenzione di visitare una grande metropoli, cercare una soluzione di prossimità può comportare numerosi vantaggi. Ciò significa che nell'eventualità in cui abbiate voglia di trascorrere un weekend a Parigi, ad esempio, potreste decidere di soggiornare nella vicina Lille: dista poco più un'ora e mezza dalla capitale francese ed è molto più economica.

Come prenotare una vacanza economica

Se l'obiettivo è quello di una "vacanza al risparmio", senza rinunce eccezionali, occorrerà approntare una strategia di viaggio. Questo non vuol dire che dovrete improvvisare calcoli e formule matematiche degne di un premio Nobel, ma semplicemente provare a razionalizzare la scelta della meta in base al budget e alla disponibilità delle offerte.

In estrema sintesi, sono due le possibilità a disposizione:

  • Affidarsi a un'agenzia di viaggi. Di certo, è la soluzione più e sicura ma non sempre la più conveniente. Tuttavia, se non avete grosse pretese, potreste imbattervi in soluzioni di viaggio interessanti e, magari, scoprire mete inesplorate;
  • Cercare su internet. Il web è una risorsa fondamentale per chi preferisce prenotare una vacanza in totale autonomia. Numerosi motori di ricerca offrono la possibilità di scandagliare le offerte relative a voli, strutture turistiche e destinazioni compatibili col proprio budget. Internet pullula di proposte last minute e low cost davvero sorprendenti.

Quando andare in vacanza per risparmiare

Il "fattore tempo" è una discriminante da non sottovalutare per organizzare una vacanza economica e, al contempo, soddisfacente. A tal riguardo, ci sono un paio di espedienti che potrebbero facilitarvi nella programmazione di una vacanza in linea con il budget prefissato:

  • Prenotare in largo anticipo. Dà la possibilità di ponderare bene le scelte senza contare, inoltre, che anticipando i tempi di prenotazione rispetto alla eventuale partenza abbatterete i costi complessivi del viaggio (trasporti, albergo eccetera);
  • Scegliere mete "fuori stagione". Durante i periodi caldi della stagione turistica, è molto probabile che il listino dei prezzi (specie quello delle strutture alberghiere) schizzi alle stelle. Se avete intenzione di visitare una città d'Oltreoceano, ad esempio, fatelo in un momento di relativa quiete. Perché andare a New York proprio a Natale quando in primavera o d'autunno costa la metà?

Qualche consiglio in più

  • Al posto degli alberghi tradizionali, optate per un bed & breakfast o una camera in subaffitto da un privato;
  • Per i viaggi a lunga percorrenza, sarebbe preferibile spostarsi in treno o in aereo piuttosto che in auto: eviterete il traffico, i costi del pedaggio autostradale e della benzina;
  • La formula "all inclusive" non è sempre conveniente; meglio limitarsi alla colazione col pernottamento;
  • Non caricatevi di valigie soprattutto se viaggiate con compagnie aeree che prevedono costi extra per i bagagli aggiuntivi;
  • Se visitate una città metropolitana, spostatevi a piedi: risparmierete l'esborso (talvolta esoso) per i mezzi di trasporto locale oppure scegliete un abbonamento settimanale;
  • Utilizzate, laddove possibile, la carta di credito per evitare di pagare commissioni da capogiro ad ogni prelievo di denaro contante, specie se siete all'estero;
  • Prima di partire - posto che abbiate optato per una meta esotica - attivate un'offerta per le chiamate internazionali dal vostro smartphone;
  • Evitate ristoranti con menu turistici, meglio puntare allo street food: dà molta più soddisfazione.

Commenti