Cioccolato entro un'ora dal risveglio: ecco perché

Mangiare cioccolato al risveglio può allungare la vita e migliorare la salute, soprattutto degli over 60: è quanto ha rivelato un nuovo studio

Cioccolato entro un'ora dal risveglio: ecco perché allunga la vita

I benefici del cioccolato sono noti, a partire dal rilascio di endorfine nell’organismo dopo un consumo anche moderato. Tuttavia al tempo stesso sul cioccolato grava un pregiudizio, soprattutto fra quegli over 60 attenti alla linea: il suo apporto di zuccheri e grassi potrebbe compromettere la massa corporea. E se il consumo di cioccolato fosse invece limitato a una fascia oraria ben definita? E se questo consumo “strategico” migliorasse il funzionamento dell’organismo, offrendo un maggiore benessere e forse anche una vita più lunga?

È quello che ha stabilito un nuovo studio, dal titolo “Timing of chocolate intake affects hunger, substrate oxidation, and microbiota: A randomized controlled trial”. La ricerca spiega come legare il consumo del dolce a precisi ritmi circadiani può avere effetti benefici, a partire dalla percezione della fame.

Le nostre volontarie - ha commentato Marta Garaulet, una delle autrici della ricerca - non sono aumentate di peso nonostante l'aumento dell'apporto calorico. I nostri risultati mostrano che il cioccolato ha ridotto l'assunzione di energia ad libitum, coerentemente con la riduzione osservata della fame, dell'appetito e del desiderio di dolci mostrata in studi precedenti”.

Lo studio è stato condotto dal Brigham and Women’s Hospital e pubblicato su Faseb. Sono state coinvolge 19 donne in postmenopausa, con un’età compresa tra i 45 e i 65 anni, osservate per un periodo variabile da 2 a 24 settimane. A queste volontarie - le quali presentavano un indice di massa corporea normale o in lieve sovrappeso, nessuna patologia endocrina, renale, epatica o psichiatrica, nessun disturbo alimentare e abituate alla dieta mediterranea - è stato chiesto di mangiare un etto di cioccolato al giorno entro un’ora dal loro risveglio e un’ora prima di andare a letto.

Il risultato: il consumo di cioccolato al mattino non influenza il peso corporeo, bensì può aumentare la capacità di bruciare i grassi. Inoltre riduce i livelli di glucosio nel sangue, un fatto che può rivelarsi davvero positivo per le persone che sono a rischio di diabete. Invece il consumo sia al mattino che alla sera influenza negativamente l’appetito, l’equilibrio del microbioma intestinale e la qualità del sonno, oltre che il metabolismo.

"I nostri risultati - ha spiegato in una nota alla stampa riportata da Study Finds un altro autore, Frank A.J.L. Scheer - evidenziano che non solo ‘cosa’ ma anche ‘quando' mangiamo può avere un impatto sui meccanismi fisiologici coinvolti nella regolazione del peso corporeo”. Quindi magiare del cioccolato dopo il risveglio può avere benefiche ricadute sulla salute, allungare la vita e migliorarne la qualità.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti