Come preparare la pasta al forno per stupire amici (e nipoti)

La pasta al forno è un grande classico della cucina italiana: ecco come preparare la ricetta di un piatto che saprà stupire gli amici e i nipoti

Come preparare la pasta al forno per stupire amici (e nipoti)

Pasticcio, sformato o timballo: se c'è un pietanza che a tavola mette tutti d'accordo è sicuramente la pasta al forno. Nata come piatto di riciclo, nel tempo questa ricetta è diventata un grande classico della tradizione culinaria italiana: non c'è pranzo della domenica che si rispetti senza la pasta al forno.

Nonostante la ricetta base non preveda particolari abilità culinarie, certamente la scelta degli ingredienti richiede cura e attenzione. Ma se avete intenzione di sorprendere (e conquistare) il palato di amici e nipoti, vale davvero la pena cimentarsi nella preparazione di questo piatto.

Cosa serve per preparare la pasta al forno

Parola d'ordine: semplicità. Nonostante la pasta al forno sia un elogio dell'opulenza culinaria, è sbagliato pensare che il gusto sia proporzionale alla quantità del condimento. Anzi: la vera maestria sta nel trovare l'equilibrio perfetto (o quasi) tra tutti gli ingredienti scelti.

Per preparare una pasta a prova di chef occorre puntare innanzitutto sulla qualità delle materie prime. Pertanto:

  • Pasta: corta o lunga, rigata o liscia, poco importa. Fondamentale è, invece, che si tratti di un formato che tenga la cottura in forno;
  • Sugo o salsa di pomodoro: a ciascuno la propria preferenza. Fatto sta che, specie per le preparazioni ricche di ingredienti, sarebbe preferibile utilizzare una passata di pomodoro. Ha un sapore meno invasivo rispetto, ad esempio, alla polpa in pezzi;
  • Latticini: se decidete di aggiungere dei latticini, prediligete quelli a pasta filata (scamorza, mozzarella e via dicendo);
  • Salsa besciamella: qualora abbiate deciso di arricchire la pasta al forno con della salsa besciamella, ponderate bene le quantità: non deve sovrastare tutto il resto;
  • Olio: meglio utilizzare un extravergine leggero, possibilmente non fruttato.

Quanto alla scelta di carni o verdure, consigliamo di puntare a prodotti dal sapore delicato.

Ricetta della pasta al forno con melanzane e scaglie di pecorino

Una premessa è d'obbligo: non esiste una sola ricetta di pasta al forno. Tra varianti regionali e tradizioni familiari, non c'è che l'imbarazzo della scelta. Di seguito, una proposta che mira a tracciare una linea di continuità da Nord a Sud del Paese, nel tentativo di valorizzare alcune tipicità del nostro territorio. Ecco una pasta al forno con melanzane e scaglie di pecorino.

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 grammi di penne rigate;
  • 2 melanzane viola;
  • 1 scamorza o provola da 150 grammi;
  • 500 ml di passata di pomodoro;
  • scaglie di ricotta salata sarda o, in alternativa, parmigiano reggiano (circa 100 grammi);
  • 1/2 bicchiere d'acqua;
  • olio extravergine d'oliva qb;
  • olio di semi qb;
  • sale qb;
  • basilico fresco qb.

Preparazione:

Lavate sotto l'acqua corrente le melanzane. Asciugatele con uno strappo di carta assorbente, privatele del picciolo e tagliatele a tocchetti di circa una centimetro. In una padella antiaderente, versate abbondante olio di semi. Quando l'olio diventerà bollente, friggete le melanzane fino a leggera doratura. A quel punto, adagiatele su un foglio di carta assorbente.

A parte, preparate il sugo di pomodoro. In una casseruola dai bordi alti, versate la salsa. Aggiungete circa mezzo bicchiere d'acqua, un filo d'olio extravergine d'oliva e qualche foglia di basilico. Quindi, regolate di sale. Coprite il tegame con un coperchio e lasciate cuore a fuoco moderato per circa un'ora.

Nel mentre, fate bollire l'acqua per la pasta. Quando avrà raggiunto il bollore, aggiungete una manciata di sale grosso e tuffatevi le penne rigate. A cottura ultimata, scolate la pasta avendo cura di non romperla. Intanto tagliate a pezzetti la scamorza e a scaglie il pecorino.

In una ciotola capiente versate insieme tutti gli ingredienti e amalgamateli aiutandovi con un cucchiaio in legno. Disponete la pasta in modo uniforme all'interno di una pirofila da circa 28 cm (possibilmente in vetro pirex) e infornate a circa 180 gradi per 30 minuti. Trascorsa mezz'ora, spolverizzate la superfice con una manciata di ricotta sarda o, se preferite, con abbondante parmigiano reggiano. Impostate il forno su modalità grill e lasciate gratinare per circa 5 minuti. Servire tiepida.

Come stupire amici e nipoti

Per quanto la pasta al forno non abbia bisogno di particolari presentazioni, anche l'occhio vuole la sua parte. Se intendete sorprendere i vostri commensali, impiattatela avendo cura dei dettagli decorativi purché siano commestibili.

Un'idea potrebbe essere quella di servirla all'interno di terrine monoporzione oppure in un tegame di terracotta. In alternativa, disponete la quantità di pasta desiderata sul classico piatto da servizio aggiungendo qua e là qualche sfumatura di salsa al basilico o tocchetti di melanzana.

Quanto ai bambini, potreste optare per delle polpettine di carne aggiuntive servite in pirottini per muffin.

Suggerimenti rapidi

  • Evitate di utilizzare formaggi a pasta semidura. In cottura tendono ad assumere una consistenza gommosa;
  • In alternativa alla pasta di grano duro, potete optare anche per quelle di farine integrali e multicereali. Per gli intolleranti al glutine andrà bene la pasta di riso o legumi;
  • Se siete vegani o intolleranti al lattosio, provate a sostituire il formaggio con un ragù di tofu o un'altra fonte proteica;
  • Per ottenere una consistenza croccante, spolverizzate la superficie con del pan grattato;
  • La pasta al forno è ancora più saporita se preparata il giorno prima. In tal caso, conservatela in frigo ben sigillata per non più di 24 ore.

Commenti