Personaggi

"Girato di nascosto da Totti". Il retroscena sul docufilm di Ilary Blasi

A pochi giorni dall'uscita di "Unica", il docufilm di Netflix su Ilary Blasi, il regista ha anticipato cosa dirà la conduttrice nel suo documentario

"Girato di nascosto da Totti". Il retroscena sul docufilm di Ilary Blasi

Ascolta ora: ""Girato di nascosto da Totti". Il retroscena sul docufilm di Ilary Blasi"

"Girato di nascosto da Totti". Il retroscena sul docufilm di Ilary Blasi

00:00 / 00:00
100 %

C'è grande attesa per l'uscita di "Unica", il docufilm di Netflix su Ilary Blasi, nel quale la conduttrice dell'Isola dei famosi darà la sua versione dei fatti sul divorzio da Francesco Totti. Quest'ultimo aveva rotto il silenzio sull'addio a settembre 2022, due mesi dopo l'annuncio ufficiale sulla separazione, mentre la Blasi è sempre rimasta in silenzio anche a Verissimo davanti all'amica Silvia Toffanin. Ora, un anno e mezzo dopo la rottura con il Pupone, la conduttrice è pronta a raccontare la sua verità ma "senza testimonianze scomode e rivelazioni eclatanti", rivela il regista.

Cosa dirà Ilary nel suo docufilm

Tommaso Deboni, già curatore del film documentario su Gianluca Vacchi, è l'uomo che è rimasto dietro alla cinepresa per realizzare il docufilm su Ilary Blasi, che uscirà sulla piattaforma di streaming il prossimo 24 novembre. Attraverso le pagine del Messaggero, il regista veneto ha svelato cosa vedremo nel film di Netflix, il cui titolo ricorda la dedica "Unica", che Totti fece a Ilary nel 2002 durante la partita Roma - Lazio. Al centro del documentario ci sono la storia d'amore con Totti e l'addio, compresa "la faccenda degli orologi e delle borse, ovviamente, perché fa parte della storia", fa sapere Deboni. Chi si aspetta accuse e dettagli scomodi, però, rimarrà deluso. Il film, assicura il regista, porta con sé "un messaggio conciliante e discreto". La versione di Ilary è quella di una "donna famosa che ha affrontato ciò che le è capitato come avrebbe fatto chiunque altro. Credo che molte donne si rivedranno in lei".

Il docufilm è stato girato di nascosto da Totti

Tommaso Deboni assicura che Ilary non ha avanzato "richieste speciali", offrendo una versione "acqua e sapone" di sé stessa. La lavorazione del film - dalla proposta di Netflix fino al post-produzione - è stata fatta in gran segreto da tutto e tutti. "Abbiamo girato velocemente e di nascosto dalla gente e da Francesco Totti, in studio, nella casa di Ilary e durante un viaggio con gli amici", ha raccontato il regista, rivelando che tutto si è svolto questa estate. Nel docufilm, che verterà principalmente sul racconto fatto da Ilary Blasi ("A volte si è detto troppo, a volte si è detto poco, a volte si è detto sbagliato"), ci saranno anche alcuni interventi dei membri della famiglia, tra i quali le sorelle della conduttrice, Melory e Silvia. "I figli non ci sono", assicura Deboni, che ha parlato della scelta precisa di non volere coinvolgere i tre ragazzi nel progetto.

Commenti