Salute

Ginnastica oculare, gli esercizi più utili per gli occhi

Occhi stanchi, stressati, sottoposti a lunghe sessioni affaticanti davanti al pc, ecco come entra in gioco la ginnastica oculare da praticare quotidianamente

Ginnastica oculare, gli esercizi più utili per gli occhi

Gli occhi svolgono un ruolo essenziale, per questo è importante preservarne il benessere evitandone l'affaticamento. Alcuni esercizi si sono rivelati molto utili per scaricare lo stress oculare, favorendo benefici evidenti. Non possono ovviamente correggere disturbi della vista ma sicuramente possono migliorarne le potenzialità, in particolare se effettuati giornalmente.

Una sorta di trattamento in grado di irrobustire la muscolatura oculare riducendo tensioni e stanchezza, in particolare quella data dagli sforzi messi in atto durante lunghe sessioni lavorative davanti al pc. Scopriamo quando è importante praticare una ginnastica oculare, quali gli esercizi più efficaci e perché è importante consultare l'oculista di fiducia.

Affaticamento oculare, le cause principali

Esercizi per la vista

Lavorare per molte ore davanti al computer contribuisce a stancare la vista e gli occhi, con sofferenza e bruciori. Non solo, sul benessere della vista possono incidere anche le lunghe ore di studio, il poco sonno, l'affaticamento quotidiano, la mancanza di norme lavorative di sicurezza oltre al fumo, patologie mediche come il diabete, una dieta sbilanciata e la poca cura dei propri occhi.

Per questo è molto importante proteggere la vista attraverso visite di controllo e con l'impiego di esercizi mirati, una serie di allenamenti specifici per i muscoli oculari. Un percorso di fitness per la vista utile a distendere l'irrigidimento dato dallo sguardo fisso, una costante di chi lavora al pc per buona parte della giornata.

Ginnastica oculare, gli esercizi più utili

Sguardo e workout

Ginnastica oculare per eliminare lo stress e le tensioni, per irrobustire i muscoli degli occhi rallentando al contempo il naturale invecchiamento. Nonostante non esistano prove che questa ginnastica possa migliorare la vista, di sicuro può garantire effetti benefici per la salute degli stessi occhi. E in particolare dei muscoli extra-oculari, noti come estrinsechi ovvero sei coppie di muscoli: quelli retti quali il mediale, il laterale, il superiore e l'inferiore, e muscoli obliqui come il piccolo e il grande obliquo. Ecco gli esercizi da praticare quotidianamente:

  • massaggio delle palpebre: un vero e proprio tocco delicato della zona con l'aiuto di un panno tiepido o freddo in grado di migliorare la circolazione;
  • messa a fuoco: ovvero spostare lo sguardo su oggetti posizionati a distanze differenti, partendo da quelli più vicini e posti a 15 centimetri di lontananza per poi passare a quelli a 3 metri e poi 9 metri. La messa a fuoco deve durare 15 secondi per oggetto per potenziare la muscolatura dell'occhio;
  • messa a fuoco del pollice: si parte osservando il pollice posizionato a circa 10 centimetri dagli occhi con relativa messa fuoco, mentre si allontana lentamente il dito dal viso si dovrà calibrare la messa a fuoco;
  • infinito: si osserva una superficie o il pavimento e con gli occhi si disegna il simbolo dell'infinito, ovvero un otto, prima in senso orario e poi anti-orario;
  • occhio coperto: posizionando una mano sopra un occhio si segue con l'altro il movimento della seconda mano, si ripete alternando mano e occhio;
  • lontano e vicino: si mette a fuoco un oggetto posto frontalmente poi successivamente si volta lo sguardo di lato e si osserva un oggetto lontano con relativa messa a fuoco;
  • binocolo: con le mani si replica la forma del binocolo, si guarda attraverso i due fori creati con le dita così da focalizzarsi su un punto lontano;
  • direzione: si parte osservando un oggetto posto al centro per poi spostare lo sguardo in tutte le direzioni (alto, basso, destra, sinistra) ma sempre passando prima dal centro;
  • palming: è un vero massaggio che si deve praticare a inizio e fine sessione di allenamento oculare e consiste nel premere leggermente i palmi sugli occhi chiusi, così da permettere al film lacrimare di diffondersi con effetto rilassante e idratante.

Molto utile anche battere le palpebre con frequenza, massaggiare le tempie, le stesse palpebre e la parte del naso dove solitamente si appoggiano gli occhiali. Questi esercizi aiutano gli occhi e il loro benessere, ma non bisogna dimenticare di effettuare una visita oculistica così da controllare la vista e la parte interna dell'occhio stesso.

Commenti