Serialità

Mia madre come Meghan”. Harry contro la Corona tira in ballo Lady D

Netflix ha appena pubblicato un nuovo trailer del documentario di Harry e Meghan che promette sconvolgenti rivelazioni

“Mia madre come Meghan”. Harry contro la Corona tira in ballo Lady D

I peggiori incubi della royal family si starebbero avverando. Netflix ha appena diffuso un nuovo spot per presentare il documentario di Harry e Meghan. Le parole del principe Harry in questo secondo trailer non lascerebbero spazio a interpretazioni, anzi, avrebbero tutta l’aria di una nuova, feroce accusa contro la Corona britannica.

“La pena e la sofferenza”

Il nuovo trailer che annuncia il documentario “Harry & Meghan” sembrerebbe rivelare un po’ meglio l’impostazione e le finalità delle sei puntate che vedremo su Netflix dal prossimo 8 dicembre. Le notizie, però, non sarebbero affatto buone per la royal family. I duchi di Sussex avrebbero preparato una nuova offensiva contro la monarchia britannica. Nello spot è il duca a prendere la parola, reiterando tutta la sua avversione per le regole e l’ambiente della corte.

Riferendosi a sua madre, Lady Diana e a sua moglie, Meghan Markle, Harry menziona “il dolore e la sofferenza delle donne che sposano membri di questa istituzione” e sostiene di essere stato “terrorizzato” all’inizio del suo matrimonio, pensando che la vita della duchessa potesse finire allo stesso modo di quella della principessa del Galles: “Non volevo che la storia si ripetesse”, dichiara il principe, il quale aggiunge: “Nessuno sa la piena verità, noi la conosciamo”. Harry e Meghan promettono di svelarci dei retroscena che, forse, nessuno immagina sulla vita reale tra le mura del Palazzo. Le cose si mettono molto male per i Windsor. O, almeno, questa è l’inquietante impressione.

“Una questione di odio e di razza”

Il trailer si sofferma su una presunta ostilità della corte nei confronti dei duchi, in particolare di Meghan. “C’è stata una questione di odio e di razza”, si sente dire nello spot. Ecco che si materializza, di nuovo, un altro incubo dei Windsor: l’accusa di razzismo. In un altro frammento una persona intervistata afferma: “C’è stata una guerra contro Meghan per favorire l’agenda di altre persone”.

Poi tocca di nuovo al principe Harry raccontare la sua versione dei fatti, spiegando: “È veramente difficile guardare indietro e chiedersi, cosa diavolo è successo?”. Il duca fa una denuncia ben precisa, raccontando di una “gerarchia della famiglia” e di “fughe di notizie e creazione ad arte di notizie: è un gioco sporco”. Frasi che colpiscono e creano una grande aspettativa nei confronti della docuserie, le cui prime tre puntate saranno diffuse dall’8 dicembre prossimo e le ultime tre dal 15 dicembre 2022.

C’è anche un’opinione molto forte di Meghan Markle, che dovrebbe essere diretta proprio alla royal family: “Ho capito che non mi avrebbero mai difeso”. “Difeso” da cosa? Questa è una delle tante domande che lo spettatore si pone e a cui forse, Harry e Meghan daranno una risposta nel documentario. Se prima c’era la debole speranza che il progetto si concentrasse esclusivamente sul lavoro e sulla vita negli Stati Uniti di Harry e Meghan, ora si fa spazio la concreta certezza che Buckingham Palace potrebbe ritrovarsi, ancora una volta, al centro di una bufera mediatica di cui si parlerà per molto tempo. Del resto Netflix ha chiarito che “Harry & Meghan” è “una serie senza precedenti e ampiamente documentata” in cui i duchi di Sussex “mostreranno l’altro lato della loro love story”. Un “lato” che appare molto pericoloso per il futuro della Corona.

Commenti