Over

Over, passeggiare nei boschi in Lombardia. Le mete più interessanti

Passeggiate ed escursioni nei boschi. Ecco le mete più interessanti in Lombardia perfette per gite di gruppo o da affrontare in solitaria

Over, passeggiare nei boschi in Lombardia, le mete più interessanti

Passeggiare nei boschi, una scelta benefica per il corpo e per la mente in grado di favorire una rigenerazione completa, con innegabili effetti terapeutici, utile per agevolare una condizione di relax e serenità personale. Noto anche come forest bathing significa bagno di foresta o anche immersione nell'atmosfera della foresta, e deriva dall'espressione giapponese Shinrin-Yoku. Mentre si passeggia tra foglie e alberi si crea una connessione con la natura, con effetti terapeutici per l'organismo. Un toccasana, in particolare per i senior spesso alla ricerca di nuovi percorsi e nuove attività. La Lombardia, da questo punto di vista, offre un numero elevato di mete e destinazioni boschive dove immergersi in un mondo magico e unico, senza pericoli.

Over, passeggiare nei boschi e tutti gli effetti benefici

Natura e Lombardia

Gli appassionati di camminate, escursioni e natura conosceranno sicuramente gli effetti benefici di questa pratica. Una vera full immersion nel verde, tra foglie, alberi maestosi, corsi d'acqua, flora e fauna, a diretto contatto con la bellezza di un luogo pacifico e magico. Un'intimità difficilmente replicabile all'interno delle realtà urbane, così frenetiche e dinamiche. Una scelta che deve risultare rispettosa, da affrontare con la giusta attrezzatura per una migliore attività fisica e una rigenerazione mentale. Ecco perché camminare nei boschi è molto importante:

  • migliora la respirazione, l'aria è più pulita con una percentuale maggiore di ossigeno e minore di polveri sottili;
  • influisce positivamente sul sistema immunitario migliorando e rinforzandone le difese;
  • i suoni naturali del bosco agevolano la serenità personale, uno stato di calma e di rilassamento, sia fisico che mentale. Inoltre consente uno stop dalle tecnologie del quotidiano, con effetti positivi per la vista che così si riposa;
  • il metabolismo si attiva nel modo giusto, perché permette di bruciare calorie e di immagazzinare un maggiore quantitativo di ossigeno;
  • il cervello si riposa e i sensi si attivano, l'attenzione migliora e si focalizza su colori, suoni e spazi meno impattanti e caotici;
  • migliora l'osservazione dello spazio circostante e aumenta la consapevolezza di se stesso, della connessione con l’ambiente circostante. Si scoprono suoni e colori nuovi, si percepisce maggiormente il contatto con il suolo e con gli alberi. Una condizione che agevola il rilascio delle endorfine, riducendo così i livelli di stress personale;

Per una corretta camminata nel bosco è importante pianificare il tutto, scegliendo la meta più adatta e attrezzandosi con mappe, torce, abbigliamento, snack salutari, acqua e accessori utili. Spegnendo il telefonino e rispettando il luogo prescelto, un ecosistema complesso fondamentale per la sopravvivenza di tutti.

Lombardia e passeggiate nei boschi, le mete più interessanti

Passeggiare tra i boschi

Passeggiare in Lombardia, scoprendo parchi magici e poetici, una scelta possibile e del tutto salutare. Come già accennato camminare tra alberi e vegetazione offre innegabili benefici, in particolare per chi vive nelle grandi città e brama il silenzio. Ecco le mete più intriganti.

  • Parco Delle Cave, situato nella zona ovest di Milano la location nasce dove un tempo sorgevano cinque cave di ghiaia e sabbia ormai in disuso. È un luogo unico per estensione e per la presenza di verde, stradine e laghetti da percorrere serenamente a piedi.
  • Parco del Ticino, nel dettaglio la riserva della Fagiana un tempo area di caccia oggi centro faunistico di grande interesse. Circa dieci chilometri di tragitto percorribili in piena serenità tra fauna e vegetazione uniche. Sempre nell'area del Ticino è presente l'Ansa di Castelnovate, il fiume crea una curva ad esse circondata dalla natura e perfetta per passeggiare.
  • Riserva Naturale Torbiere del Sebino, è un’area paludosa nei pressi del Lago d'Iseo e dalla storia antichissima. Veniva utilizzata per l'estrazione della torba ma ora è un luogo unico per la sua biodiversità. Ottima meta per una passeggiata ecologica, in particolare per la presenza di passerelle in legno.
  • Greenway Lago di Como, una lunga e avvincente passeggiata seguendo le acque del lago stesso e con incursioni nel verde. Il percorso prende il via da Colonno e si snocciola attraverso sette tappe per circa dieci chilometri di camminata. Ma il lago offre anche altre mete panoramiche come il Sentiero del Viandante e il Sentiero delle Baite.
  • Val di Mello, una vera immersione nella natura tra baite, boschi, ruscelli, pareti in granito fino a raggiungere il lago e innumerevoli posti per riposare e contemplare la bellezza circostante.
  • Parco del Curone, a pochi passi dalla Brianza è un'area verde ricca di sentieri di varia intensità, per una camminata rigenerante che può durare anche sei ore.
  • Piani di Resinelli è facilmente raggiungibile da Milano e permette un'immersione nel verde del Parco Valentino e del Monte Coltignone, grazie a sentieri semplici da affrontare anche con i nipotini.
  • Trezzo D'Adda, nei pressi del fiume sorge un'area verde davvero unica e facilmente percorribile così da ammirare l'antica Centrale Idroelettrica Alessandro Taccani e il Castello Visconteo. Una zona naturale che consente un'immersione nel verde, a pochi passi dal fiume e dalla fauna che anima il cammino.
  • Boschi magici, la Lombardia è ricca di boschi incantanti dove sono presenti sculture, installazioni e decorazioni legate a figure magiche e leggende. Una delizia per la vista, sia dei grandi che dei più piccoli. I più noti sono il bosco delle fate nei pressi del sentiero Alto Verbano di Germignana, il bosco incantato di Zavattarello, il bosco di Quercus a Bienno e quello degli gnomi a Zone, il bosco incantato a Dazio in Valtellina e il sentiero spirito del Bosco di Canzo.

Commenti