Gli alimenti colorati che favoriscono l'abbronzatura

Un colorito perfetto, dorato e salutare si ottiene con la giusta esposizione al sole ma anche tramite l’assunzione dei cibi più adatti. Un compendio di alimenti sani e ricchi di beta-carotene e di acqua: quali sono i migliori?

Pelle e abbronzatura, i cibi che favoriscono un colorito perfetto

Una pelle sana, correttamente idratata e protetta è la via migliore per contrastare i radicali liberi e l’avanzare del tempo al tempo dell'abbronzatura. È anche il modo più giusto per esporla ai raggi del sole per agevolare un colorito sano, uniforme e benefico. Il sole e il suo calore sono una fonte inesauribile e fondamentale di vitamina D, una ricarica importante per il benessere del corpo e delle ossa. L’esposizione ai raggi del sole deve contemplare le giuste protezioni per un colorito sano, senza scottature e bruciature pericolose per la stessa pelle.

Ma qual è il segreto di una corretta abbronzatura? Non solo creme e integratori, ma principalmente alimenti e cibi ricchi di beta-carotene, ovvero un carotenoide che si trasforma in vitamina A nell’intestino, per poi trovare spazio nel fegato dal quale verrà rilasciato in modo graduale. Antiossidante naturale combatte i radicali liberi, ha effetti positivi per le ossa e per la vista stessa. Le sue capacità aumentano se i cibi che lo contengono vengono assunti insieme ad alimenti contenenti zinco ma anche vitamina C ed E. I prodotti ricchi di beta-carotene sono tanti e tutti saporiti, per un quantitativo giornaliero pari a 2 massimo 4 milligrammi.

I cibi che aiutano e migliorano l’abbronzatura

Cibi ricchi di vitamina A, beta-carotene, vitamina E, Omega 3 e Omega 6 e la tintarella è assicurata, come l’idratazione dello stesso corpo. Alcuni alimenti facilitano l’abbronzatura, idratano ma al contempo stimolano la produzione di melanina e permettono alla pelle di conservare la sua naturale elasticità proteggendo anche il corpo dalle temperatura alte e dal caldo eccessivo. Il benessere inizia proprio dalla tavola, dall’assunzione corretta di alimenti di stagione dall’alto tasso benefico e ricchi di licopene in grado di proteggere la cute. Ovviamente non può e non deve mancare la crema protettiva, ma alcuni cibi aiutano e agevolano un’abbronzatura sana senza scottature.

Frutta e verdura ma anche Omega 3 e Omega 6 sono utili per mantenere la cute giovane, elastica, fornendo una ricarica importante insieme agli antiossidanti in grado di contrastare i radicali liberi. Il modo migliore per gustare letteralmente tutti questi benefici è quello di preparare frullati, insalate, macedonie e spiedini vegetariani. Si tratta di una protezione accurata, in grado di proteggere la cute anche dalla possibilità di sviluppare eritemi e irritazioni, evitando un invecchiamento precoce.

Per assumere la frutta e la verdura più adatta e agevolare una buona tintarella è importante fare attenzione alla colorazione della stessa, ad esempio il beta-carotene è molto presente in quella gialla e arancione. Carote, pomodori, zucche e peperoni ma anche albicocche, fragole, ciliegie, meloni e angurie. Per limitare i radicali liberi, invece, è importante assumere prodotti dal colore rosso come lamponi, ribes, more, mirtilli, in coppia con alimenti ricchi di Omega 3 quali noci, semi di lino, olio di girasole e anche salomone.

  • Carote: sono l’emblema dell’abbronzatura estiva. Le nonne ci hanno sempre consigliato di mangiarne tante e crude per una tintarella perfetta. Con il loro quantitativo maxi di vitamina A sono il cibo migliore per agevolare l’abbronzatura; inoltre, sono ricche di acqua e ipocaloriche, per questo indicate per i regimi dietetici e da sgranocchiare in spiaggia come spezza fame.
  • Albicocca: arancione e succosa è ricca di beta-carotene, idrata, nutre e agevola anche la pulizia del tratto intestinale. Si può consumare ben lavata oppure in macedonia, frullata come smoothie oppure come dolce a cucchiaio.
  • Melone: un altro dei protagonisti dell’estate, super goloso e succoso è un frutto dal sapore dolce e intenso che dona energia e idrata al contempo.
  • Pesche: contengono sia vitamina A che C, quindi proteggono la pelle dall’invecchiamento e agevolano una buona abbronzatura. Succose, golose, ripuliscono il corpo dalle tossine, idratano e dissetano.
  • Frutti rossi: tra i frutti in questione non possiamo non citare le ciliegie che sono una ricarica di beta-carotene davvero unica, purificano il corpo e il fegato e migliorano il benessere delle articolazioni. Sono perfette da gustare in macedonia o in versione frullato, con l’aggiunta di altri frutti rossi davvero benefici quali more, lamponi, mirtilli rossi, fragole e l’immancabile anguria.
  • Verdura per l’abbronzatura: il radicchio è un compendio di vitamina A da abbinare agli spinaci, così da garantire una protezione valida per la cute. Insieme alla cicoria, che non solo agevola l’abbronzatura ma anche una valida riserva di sali minerali, è utile per combattere la tipica spossatezza da caldo e afa estiva. Rinvia l’invecchiamento cutaneo, in particolare se abbinata a cavolfiore e broccoli da gustare in una bella insalata estiva, irrorata con olio di semi di girasole, timo e mandorle tritate. Ottime e benefiche anche le zucche e le patate dolci, da cuocere sulla griglia.
  • Sedano: spezza fame davvero unico, il sedano idrata e disseta, regola la pressione e offre una ricarica di vitamina A. Si può consumare in insalata oppure come centrifugato; è l’ideale contro il caldo estivo perché poco calorico.
  • Peperoni e pomodori: il rosso e giallo in tavola. I peperoni combattono le infiammazioni e i radicali liberi grazie all’alta presenza di vitamina C, in coppia con la vitamina A. Migliorano le potenzialità della melanina in sintonia con il pomodoro che contiene licopene, uno schermo per la pelle contro l’invecchiamento e l’azione dannosa del sole.

Beta-carotene: pro e contro

I quantitativi giornalieri consigliati di beta-carotene si aggirano tra i 2 e i 4 milligrammi; dosaggi inferiori possono agire negativamente sulla salute della vista e lo sviluppo di infezioni. Un quantitativo eccessivo non è consigliato per chi fuma e per le donne in gravidanza o che stanno allattando. La primavera e l’estate sono il momento migliore dell’anno per assumere correttamente frutta e verdura di stagione in grado di migliorare l’abbronzatura, un percorso che può già iniziare durante l’inverno attraverso l’assunzione di cibi ricchi di vitamina A.