Telefonia, La7 cancella Gad Lerner

Rinviata a data da decidersi la puntata dell'Infedele sull riciclaggio: "Rispetto del lavoro dell’Autorità giudiziaria". Lerner: "Rinvio avvenuto con il mio dissenso"

Telefonia, La7 cancella Gad Lerner

Roma - Lunedì 1 marzo niente Infedele. È così che in sintesi, sul suo blog, Gad Lerner riassume la vicenda che ha portato a sostituire la trasmissione prevista per domani sera con un film. Una decisione dell’azienda dovuta al tema del programma dedicato all’inchiesta sul riciclaggio venuta "nel rispetto del lavoro dell’Autorità giudiziaria", come motiva La7 in una nota.

Il dissenso di Lerner Gad Lerner commenta subito a caldo che "la decisione di rimandare la puntata è avvenuta con il mio dissenso". Ma forse ne dirà di più sul suo blog, dove già stasera riporta l’Ansa che dà notizia della cancellazione della puntata e riproduce "la copertina dell’Espresso che nel 2007 dava notizia dell’inchiesta di cui si parla e che compariva nel promo televisivo andato in onda su La7 per pubblicizzare la trasmissione con i seguenti ospiti: Nicola Gratteri, Francesco Micheli, Massimo Mucchetti, Cecilia Guerra, Vittorio Malaguti e Ugo Maria Tassinari". Dalla rete il direttore Lillo Tombolini sostiene che "all’annullamento della puntata ha contribuito senza dubbio il nuovo regolamento sulla par condicio ma soprattutto il lavoro in corso dell’Autorità giudiziaria sul tema del riciclaggio che doveva essere al centro de L’Infedele".

Un film al posto dell'Infedele Quanto al fatto che al posto del programma di Lerner verrà trasmesso un film spiega: "Non c’era proprio il tempo di poter mettere in piedi una nuova puntata, tanto più con le complicazioni che il regolamento sulla par condicio introduce". Quanto all’ipotesi che l’episodio possa portare a un abbandono della rete da parte del giornalista, Tombolini dice: "Sinceramente spero proprio di no perché di Lerner ho stima profondissima, una stima che per il giornalista provano anche moltissimi telespettatori che lo testimoniano stasera commentando in diretta sul blog dell’Infedele la notizia dello stop ala puntata". "Per favore Gad - scrive uno di loro - oltre all’integrità e alla coerenza prima di lasciarci orfani dell’ultimo baluardo di onestà nel palinsesto della Tv italiana pensaci su. Il lavoro che porti avanti con la trasmissione è più di una paga mensile" E qualcun altro lo invita a chiamare Enrico (Mentana) che ha lasciato Mediaset proprio per il dissenso su una puntata di Matrix mai andata in onda in prima serata lasciando il posto al Grande Fratello.