"Ong? Quest'anno tutto tace" I pm non indagano sulle navi

La Sea Watch bloccata per un fermo amministrativo. Ma fonti della Procura non parlano di fascicoli aperti. Ecco cosa è cambiato

Questa volta nei giorni scorsi la Sea Watch 3, dopo il provvedimento di sequestro amministrativo, è entrata nel porto di Porto Empedocle per rimanerci a tempo indeterminato: qui, nello scalo entrato prepotentemente sotto i riflettori nelle ultime settimane per via delle ultime vicende legate all’immigrazione, la nave dell’omonima Ong tedesca aveva fatto il suo ingresso il 21 giugno scorso per lo sbarco di 211 migranti.

Tra questi, si è scoperto poi nelle ore successive, 28 erano positivi al coronavirus. Tutti sono stati dirottati all’interno della Moby Zazà, la nave dove dallo scorso maggio, stazionando il più delle volte in rada proprio a Porto Empedocle, vengono accolti i migranti in quarantena tra polemiche e non pochi segnali di insofferenza da parte della popolazione locale.

Dopo quello sbarco la Sea Watch 3 era rimasta in rada, per alcuni giorni al suo fianco era possibile scorgere la Ocean Viking, la nave dell’Ong francese Sos Mediterranée che lunedì ha portato altri 180 migranti sulla Moby Zazà. Come detto, la Sea Watch 3 è rientrata in porto ma solo perché raggiunta da un provvedimento di sequestro.

Si tratta, in particolare, di un fermo amministrativo a seguito di alcune irregolarità riscontrate durante i controlli da parte della Guardia Costiera. Per cui, la Sea Watch 3, la stessa nave usata nel giugno scorso da Carola Rackete per speronare a Lampedusa una motovedetta della Guardia di Finanza, resterà ancorata in attesa di sviluppi. Uno scenario che ricorda da vicino quanto già visto in altre occasioni: una nave Ong sequestrata dopo alcuni controlli, un fermo amministrativo che fa gridare i membri delle organizzazioni alla “persecuzione” nei loro confronti ed infine settimane di intense pressioni mediatiche, soprattutto sui social, al fine di “liberare” i mezzi sequestrati.

La stessa Sea Watch 3 lo scorso anno è rimasta ancorata poco più lontano da dove è ferma adesso, ossia a Licata: qui, dopo i sopra ricordati fatti di Lampedusa, la nave è rimasta sotto sequestro fino al 25 settembre, ma le ancore sono state tolte soltanto a dicembre. Infatti, il mezzo dopo il dissequestro da parte della Procura è rimasto a motori spenti per via del fermo amministrativo. Quest’ultimo è stato abrogato soltanto dopo l’accoglimento del ricorso fatto dall’Ong tedesca al tribunale civile di Palermo. Ma quello terminato a dicembre non è stato l’unico sequestro amministrativo della nave battente bandiera tedesca. Già a febbraio del 2019 infatti, la capitaneria aveva riscontrato 32 irregolarità a bordo della Sea Watch 3, rimasta per diverse settimane ancorata a Catania.

Di atti relativi a fermi amministrativi nei confronti delle navi Ong se ne contano comunque diversi. Gli ultimi, in ordine di tempo, sono stati quelli emanati sulla Alan Kurdi e la Aita Mari, i mezzi usati rispettivamente dall’Ong tedesca Sea Eye e quella spagnola Salvamento Humanitario Maritimo per gli unici sbarchi registrati da navi cosiddette umanitarie durante il lockdown. Dopo alcune settimane di fermo a Palermo, entrambi i mezzi hanno poi nuovamente potuto riprendere il largo.

Stessa sorte per le altre navi Ong in passato raggiunte dai fermi amministrativi: dalla Mare Jonio, che a fine anno aveva avviato una campagna social per chiedere la “liberazione” del mezzo rimasto sotto sequestro amministrativo a Palermo, fino alla Open Arms. Quest’ultima per diverse settimane è stata ancorata lì dove per adesso è piazzata la Sea Watch 3: la nave spagnola infatti, è stata fatta entrare nell’agosto scorso a Porto Empedocle dopo il sequestro operato dalla procura di Agrigento il 20 di quel mese, episodio quello che ha dato il via al procedimento giudiziario portato avanti dal tribunale dei ministri di Palermo contro l’allora ministro Matteo Salvini.

Anche la Open Arms poi, così come accaduto nelle altre occasioni che hanno coinvolto navi Ong, è stata dissequestrata. Come si può vedere dunque, spesso dopo uno sbarco sono state notate delle irregolarità a bordo dei mezzi usati dalle organizzazioni, tanto da arrivare sovente poi al provvedimento di fermo. Tuttavia, dopo un certo periodo di tempo tutte le navi hanno potuto riprendere il largo. E nonostante le accuse lanciate nei confronti dell’Italia su Twitter, anche l’Ong Sea Watch sa bene che il suo caso è molto simile ad altri accaduti nei mesi scorsi conclusi con i dissequestri.

Una differenza tra questo episodio e gli altri occorsi soprattutto tra il 2019 e l’inizio del 2020 però è possibile rintracciarla: il fermo amministrativo arrivato nei mesi precedenti era quasi sempre preceduto dal provvedimento di sequestro delle procure dovuto alle indagini avviate a seguito degli sbarchi. In questa occasione invece il sequestro è solo amministrativo, nessuna indagine è stata avviata in questa estate dalla procura di Agrigento, la stessa che tra il 2018 ed il 2019 ha aperto i fascicoli sui casi Diciotti, Mare Jonio, Sea Watch ed Open Arms.

“Quest’anno tutto tace – ha dichiarato una fonte vicina alla Procura della città dei templi – Sulla Sea Watch 3 c’è solo un fermo amministrativo, non ci sono fascicoli aperti. Anche sugli sbarchi precedenti, non dovrebbero esserci inchieste”. Per il momento nei cassetti della procura agrigentina ci sono i fascicoli del caso Mare Jonio, per il quale a gennaio è stata chiesta l’archiviazione per Luca Casarini e Piero Marrone, e dell’indagine su Carola Rackete per la quale invece sono stati chiesti altri sei mesi di indagine.

“Sulle Ong nessuna novità – fanno sapere ancora dai corridoi del tribunale di Agrigento – Nuove indagini non ne sono state avviate”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di tomari

tomari

Sab, 11/07/2020 - 10:38

Toc! Toc! Patronaggio? Ci sei?

Enne58

Sab, 11/07/2020 - 10:41

L'incoerenza di sinistra dilaga in tutte le sue forme, dai politici ai giornali passando per la magistratura e altri centri di potere, qualsiasi persona onesta si vergognerebbe per questi comportamenti, loro no, dicono, fanno e si comportano a secondo della cinvenienza del momento senza un bricciolo di dignità. Che facce di tolla

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 11/07/2020 - 10:46

TOGHE ROSSE IN SCIOPERO. SEMMAI SALVINI TORNERA' AL GOVERNO RIPRENDERANNO LE LORO TRAME ROSSE.

jaguar

Sab, 11/07/2020 - 10:46

E cosa dovrebbero indagare, il business è talmente colossale che è impossibile fermarlo. Ci aveva provato Salvini e ha rimediato solo denunce, quindi avanti così, ce lo meritiamo.

Ritratto di falso96

falso96

Sab, 11/07/2020 - 10:47

E' cambiato che oggi ci sono i loro PADRONI. E lo chiamano uno stato democratico ....i dittatori la chiamano democrazia la loro dittatura. In effetti cosa serve votare in Italia tanto ci pensano loro a ristabilirla la "democrazia"

Garganella

Sab, 11/07/2020 - 10:49

Che pagliacciata italiana.

Ritratto di tox-23

tox-23

Sab, 11/07/2020 - 10:56

Non capisco, se le ong hanno facoltà di entrare senza permesso anche con speronamenti come è già capitato, dovrebbero essere impensierite da un "fermo amministrativo"? Secondo me potrebbero riprendere il mare quando vogliono, semmai sotto processo ci va chi tenta di fermarle.

Ritratto di saggezza

saggezza

Sab, 11/07/2020 - 11:04

i magistrati politicizzati non sono degni di vestire la toga. Per fortuna qualcosa si sta smuovendo.

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 11/07/2020 - 11:04

I pm non indagano sulle navi... ma basta là, guarda il caso...

mariobaffo

Sab, 11/07/2020 - 11:07

È tutta una messa in scena meschina per rallentare gli sbarchi,non hanno il coraggio di ammettere il fallimento

igiulp

Sab, 11/07/2020 - 11:18

E' chiaro. Venendo a mancare chi decideva le promozioni a tavolino, sulla base del nemico da combattere, vengono meno i presupposti per mettersi in mostra. Molto meglio stare rintanati bbuoni, bbuoni, altrimenti qualche politico (quello giusto....) potrebbe offendersi.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 11/07/2020 - 11:25

La magistratura non deve essere un potere, ma un servizio.

capi_tan_iglu

Sab, 11/07/2020 - 11:25

Si preferisce indagare degli italiani innocenti che (durante la crisi Coronavirus) osavano buttare marito e moglie assieme la spazzatura al pianterreno perché solo uno dei due poteva uscire fuori di casa, o quegli italiani dove marito e moglie aveva osato andare in due in auto per fare la spesa o portare la figlia a fare degli esami o dei trattamenti in ospedale: l'Italia da questo punto di vista (contraddizioni più assurde) è davvero un paese non normale.

flip

Sab, 11/07/2020 - 11:44

i soldi (tani) fanno comodo a tutti?? al di là ed al di quà della barriera????????????????

gianf54

Sab, 11/07/2020 - 11:45

Dov'è finito Patronaggio, l' "alfiere" delle accuse contro Salvini?

aldoroma

Sab, 11/07/2020 - 11:48

Mamcando Salvini...adesso è tutto a norma...

Absolutely

Sab, 11/07/2020 - 11:49

Che paese schifoso hanno fatta diventare l’Italia questi abusivi al governo

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Sab, 11/07/2020 - 11:50

Il sindaco Martello tace,la guardia costiera tace,i cittadini tacciono,la magistratura tace:segno che tutto prosegue per il verso giusto!

Cheyenne

Sab, 11/07/2020 - 11:53

MA NON ESISTE L'OBBLIGO DI INDAGARE O VALEVA SOLO PER BERLUSCONI

Yossi0

Sab, 11/07/2020 - 12:01

la sea watch è stata mi pare 13 giorni in mare e nessuno indaga; immaginate che nemmeno l'onorevole scalfarotto è enadato ad informarsi sullo stato di salute dei migranri per rassicurarci ... si vede che le stesse decisioni quando le prende la sinistra, allora sono giuste e buone

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Sab, 11/07/2020 - 12:04

I fermi amministrativi della guardia costiera locale verso le barcarole negriere sono solo miseri tentativi di depistare l'opinione pubblica verso quei cittadini che si rifiutano o si oppongono all'immigrazione clandestina. Fra qualche giorno arriverà il nullaosta dalla procura per lasciare la rada.

tremendo2

Sab, 11/07/2020 - 12:07

pensare male è peccato, ma in questo caso non si sbaglia. Anzi, tutto previsto.

Seawolf1

Sab, 11/07/2020 - 12:11

Staranno in Smart working...

agosvac

Sab, 11/07/2020 - 12:14

In effetti una notevole differenza rispetto agli anni precedenti c'è: una sentenza di condanna a 10 anni per un PM fuori da ogni regola. Fossi il PM Patronaggio starei un po' più attento a quello che fa.

anfo

Sab, 11/07/2020 - 12:20

Hanno l'impudenza di lamentarsi dopo che gli hanno contestato 32 violazioni!

pricar

Sab, 11/07/2020 - 12:24

ma di che ci si stupisce???? e' tutto come da copione....

leopard73

Sab, 11/07/2020 - 12:32

Sono stati capaci ad indagare solo su SALVINI Questi ipocriti mascherati da KOMUNISTI!!!

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Sab, 11/07/2020 - 12:34

Nihil novi sub sole .. rubrum flavo!

ITA_Chris

Sab, 11/07/2020 - 12:45

Intanto preparano la sea watch 4

LadySimona82

Sab, 11/07/2020 - 12:48

Ricordate? Lo scorso anno non si parlava d'altro. Prima notizia di ogni Tg e giornale. Dirette video alla sera dalle navi ONG e parlamentari in gita a bordo per farsi pubblicità. Tutti contro il cattivone Salvini. Quest'anno non ne parla nessuno o quasi. Il problema non sussiste. Eppure siamo nelle stesse identiche condizioni. Ma la redistribuzione in Europa? Ci sarà? Quanti ne prende la Francia, La Germania...

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Sab, 11/07/2020 - 12:52

"L'imbarcata" della sinistra e toghe rosse gli trascinerà, ora, alla deriva.

Italia_libera

Sab, 11/07/2020 - 13:07

Tutto calcolato,in base ai governi in carica! Quando comunisti tutto tace anche da parte di certa magistratura territoriale! Controllo militare delle coste e dei mari di nostra pertinenza! Bloccare barchini ai nostri confini marittimi e ong cariche di schiavi che dovranno portaseli alla loro bandiera battente del territorio che la rappresenta.

Malacappa

Sab, 11/07/2020 - 13:09

Ah ah ah ah questi non indagano mai a meno che sia Salvini

Iacobellig

Sab, 11/07/2020 - 13:11

Le omissioni dei PM verso le ong se ne occupi il csm subito.

Una-mattina-mi-...

Sab, 11/07/2020 - 13:48

FACCIANO LO STESSO COL FUFFAVIRUS: VUOI VEDERE CHE SE NON NE PARLANO PIU', SPARISCE...

Brutio63

Sab, 11/07/2020 - 14:08

È sempre più palese ed evidente che certa politica si muove in sintonia con certa magistratura e viceversa certa magistratura si muove in sintonia con certa politica. Per anni da una denuncia politica sono partite inchieste giudiziarie, magari poi sfumate nel nulla ma utili a screditare gli avversari politici, e le inchieste ad orologeria sono state opportunamente amplificate dall’eco interessato della parte politica e dell’inventata società civile. In una sceneggiata utile ad influenzare l’opinione pubblica mediante l’uso distorto della funzione giudiziaria e devastare l’economia e la società italiana!

justic2015

Sab, 11/07/2020 - 14:16

I pm sono attualmente andate in ferie e non tornano prima di ottobre per il caso Coronavirus vacanze prolungate,dopo le vacanze ricominciano a rasssstrellllare.

GINO_59

Sab, 11/07/2020 - 14:27

Il problema è la biblioteca da cui i giudici attingono. Ci sono diversi codici penali ed altrettanti codici di procedura penale! Si distinguono ad occhio, quelli con copertina rossa si applicano agli amici, quelli con copertina verde ai leghisti, etc, etc. Compito del presidente della repubblica nonché presidente del consiglio superiore della magistratura è quello di fare in modo che i codici siano di un unico colore: quello del POPOLO. Ci riesce? Ci riuscirà?

giovanni235

Sab, 11/07/2020 - 14:39

Patronaggio,la Lamorgese ha tenuto in mare,naturalmente sequestrandoli,180 persone.Cosa fai,dormi o ti hanno detto di dormire??? Non è che ti hanno rifilato pillole di quelle per la cura del sonno!!!Sveglia,uomo di scarsa onestà!!!!!!!!!!!

gianfranco9385

Sab, 11/07/2020 - 15:12

Mattarella datti una mossa…...

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Sab, 11/07/2020 - 15:13

justic2015 Sab, 11/07/2020 - 14:16 Purtroppo i pm non andranno mai in ferie e tacciono perché le cose vanno per il verso giusto(il ministro della giustizia che fa?);se ne avessero le intenzioni nell'arco di ventiquattrore potrebbero ritornare con le loro istanze per fermare il malcapitato di turno:con Salvini abbiamo notato il loro operato maldestro.

lawless

Sab, 11/07/2020 - 15:41

ieri ne sono arrivati quasi mille, con una teoria di barche tipo giornata folkloristica Festa del Mare che i giornalistoidi perennemente orientati e senza pudore non hanno neanche avuto il coraggio di darne una benchè minima notizia. Se i giornali non ne parlano menchè meno lo fanno i politici che dovrebbero preservare l'italia dagli assalti pirateschi! Non sento, non vedo, non parlo questo è l'andazzo gattopardesco, oggi, del nostro paese!

carpa1

Sab, 11/07/2020 - 15:44

Quello che mi fa ridere è che, per apparire, vogliono demolire i decreti sicurezza di Salvini. Ma quando mai li hanno applicati? Quindi che la piantino di parlarne e si decidano a revocarli (sempre che per farlo non causino la "revoca" di questo governo di pagliacci), almeno Salvini avrà qualcosa da fare nei primi cento giorni del prossimo governo.... Però, Salvini, vedi almeno di fare subito due cose mantenendo le promesse ed applicando i provvedimenti: riscossione delle multe senza sconti (oltretutto ci servono quattrini per l'emergenza), sequestro e demolizione delle bagnarole.

rocchetti

Sab, 11/07/2020 - 16:16

Sono sempre più convinto che appena la destra tornerà al governo, una delle prime cose da fare sarà quella di ribaltare la magistratura con una riforma EPOCALE, non si può andare avanti così con una magistratura che interviene quando vuole a sua completa discrezione, non basta una riforma ma va cambiato tutto dalle fondamenta. Spero che in questo momento ci sia qualcuno, incaricato dai partiti di destra che stia lavorando a questo scopo in modo che, giunti al governo sia già tutto deciso e preparato per tempo, spero cioè che a tempo debito ci sia già un disegno di legge organico completo e pronto ad essere discusso e approvato in tempi rapidi.

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Sab, 11/07/2020 - 16:21

Ma il decreto sicurezza non è stato né abolito né cambiato, pertanto chi non apre fascicoli e dovrebbe farlo omette atti d'ufficio.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 11/07/2020 - 16:27

prima v i era il coronavirus..e le aule sono state piomabate...poi il caso del giudice del tonno...ora ci sono le ferie estive...ma che volete,vederli sudare dal troppo lavoro?'

Ritratto di moshe

moshe

Sab, 11/07/2020 - 16:58

Quest'anno tutto tace... ... ... e come sempre, anche Mattarella tace, sembra che lui non sia un'italiano, a lui degli italiani non frega niente!

baio57

Sab, 11/07/2020 - 17:28

Normale, di questi tempi i mmmmmigranti hanno tutti il regolare permesso per raccogliere i pomodori , per poi pagarci le pensioni.

Santorredisantarosa

Sab, 11/07/2020 - 17:32

C'E' UN TERMINE CHE DICE: CHI TACE ACCONSENTE. NON LO DICO IO MA IL DIRITTO

Yossi0

Sab, 11/07/2020 - 17:33

dopo il fermo dei tribunali, hanno lavoro arretrato e non possono occuparsene d'altrone chi se ne occupa adesso fa le cose secondo i desiderata dei giudici, e quindi perché dovrebbero indagare ?

Ritratto di saggezza

saggezza

Sab, 11/07/2020 - 17:48

e intanto sbarcano...sbarcano....sbarcano e dove vanno??? in hotel

ilcapitano1954

Sab, 11/07/2020 - 18:23

Respingere i clandestini indietro da dove sono partiti è un dovere morale di tutti gli italiani, onde evitare che altri possano continuare a farlo senza rispettare alcuna legge , anche se questo potrebbe provocare la morte degli stessi clandestini . Se questo non dovesse succedere continueranno purtroppo gli sbarchi. Questo è necessario in quanto nessun giudice/magistrato italiano difende l'interesse o il diritto degli italiani a vivere in sicurezza nel proprio paese. I nostri confini (italiani) vengono continuamente violati senza che nessuno si indigni per questo. Coloro che si imbarcano su queste barche, non sono naufraghi, ma volontari, i naufraghi sono coloro che INVOLONTARIAMENTE si trovano in una situazione di pericolo e vanno urgentemente aiutati, mentre il loro è un gesto volontario. Non è vero che i confini dell'Italia sono i confini dell'Europa, è un falso.