sciopero

Barbara Alberti risponde al commento di Massimiliano Parente pubblicato ieri sulle pagine di questo quotidiano dal titolo "Lettera aperta a Barbara Alberti: organizzate uno sciopero in Russia". Parente, con garbo, spiega perché non condivide l'idea diuno sciopero nazionale contro la guerra, organizzato da Alberti e Ginevra Bompiani. La perplessità è che l'iniziativa, utopica, serve solo a rendere più fragile l'Occidente agli occhi di Putin.

Redazione
Caro Parente non mi spaventa l'utopia e in Russia vacci tu

"Salvare l'Enel dalle logiche di mercato", si legge nel volantino con il quale i lavoratori dell'Enel hanno scioperato l'8 marzo

Nicola Porro
Il delirio anti mercato dei sindacati
ilGiornale.it Logo Ricarica